A- A+
Esteri

La coltivazione dell'oppio in Afghanistan ha toccato un nuovo livello record nel 2013, con gli agricoltori che cercano di "assicurarsi" in vista del ritiro delle forze Nato, l'anno prossimo. L'agenzia antidroga dell'Onu, l'Unodc, ha reso noto che l'estensione dei terreni coltivati a papaveri da oppio e' aumentata del 36% e la produzione di oppio, il principale ingrediente per l'eroina, e' crescita quasi del 50% rispetto allo scorso anno.

Gli esperti ritengono che molti agricoltori abbiano intensificato le coltivazioni per garantirsi una riserva finanziaria in vista del ritito delle truppe straniere, nel 2014, che potrebbe precipitare il Paese nel caos e nella violenza. In particolare il rapporto indica che nel 2013 i terreni coltivati a papaveri da oppio sono passati da 154.000 a 209.000 ettari, piu' del record di 193.000 registrato nel 2007.

La produzione di oppio ha raggiunto le 5.500 tonnellate, quasi il 50% in piu' rispetto al 2012 ma ancora inferiore, a causa del maltempo nel sud, all'annata record del 2007 quando era stata di 7.400 tonnellate. Il valore complessivo dell'oppio prodotto e' stato di 950 milioni di dollari, pari al 4% del Pil nazionale nel 2013, con un incremento di un terzo rispetto al 2012. "Serve un approccio integrato e complessivo al problema della droga che rientri in un'agenda di lungo termine per la sicurezza, lo sviluppo e il rafforzamento delle istituzioni", ha spiegato il direttore esecutivo dell'Unodc, Yury Fedotov.

Tags:
oppioafghanistan
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.