A- A+
Esteri
Algeria, la 'Chavez' del Maghreb sfida Bouteflika. "Ho mani pulite"

Una 'Chavez' d'Algeria sfida Bouteflika nella corsa presidenziale. In una campagna elettorale caratterizzata da forti polemiche sulla corruzione degli apparati statali, e a pochi giorni dal voto, l'unica donna candidata, Louisa Hanoune, rivendica la sua integrita'. Pur essendo alla sua terza corsa per le presidenziali, Hanoune, da leader del Partito dei lavoratori, continua a dare battaglia sul tema della trasparenza e della democrazia.

In un comizio a Kolea, a 40 chilometri da Algeri, la Hanoune ha parlato a centinaia di sostenitori affermando che le prossime elezioni saranno "un'occasione senza precedenti per la storia dell'Algeria indipendente. Sono passati 52 anni dall'indipendenza e dobbiamo mettere fine al sistema monopartitico", ha detto il presidente del Partito dei lavoratori, sottolineando di avere "le mani "pulite".

Eletta per sette volte segretario del suo partito, la Hanoun, al contrario di altre femministe algerine, non e' considerata come un'appartenente all'elite occidentale, "che parla solo francese ed e' lontana dal popolo", scrive il quotidiano "Al Nahar". Nel 2004 e' passata alla storia come prima donna araba candidata alle elezioni presidenziali. Oggi alcuni temi della sua campagna elettorale sono cambiati, ma i nemici restano sempre le compagnie multinazionali accusate di "fomentare un nuovo clima di violenza" nel paese. Per questo motivo la Hanoune viene chiamata la "Chavez dell'Algeria". "Io faro' meglio di Chavez", ha detto la Hanoune nel comizio tenuto a Kolea.

"Lui ha avuto il coraggio di tirare fuori il suo paese dalla morsa del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, ma non ha cancellato il debito". La Hanoune promuove la nascita di un grande Maghreb arabo privo di frontiere, un'unione tra i paesi della regione e le tribu' berbere che sia in grado di contrastare "gli interessi stranieri". Allo stesso tempo pero' rifiuta le polarizzazioni politiche. "Condurremo una campagna elettorale sui temi dell'etica politica, cercando il confronto su idee e programmi", ha detto in precedenti comizi elettorali. Altro tema caro alla leader e' quello della "riconciliazione nazionale", che "passa dalla riappropriazione da parte del popolo algerino di tutta la sua storia, con i suoi successi e fallimenti".

 

Tags:
boutefikaalgeriachavez
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.