A- A+
Esteri
Appello dei Nobel per la Pace a Putin: "Libera gli attivisti di Greenpeace"

Undici premi Nobel per la Pace hanno firmato una lettera congiunta per chiedere al presidente russo, Vladimir Putin, di liberare gli attivisti di Greenpace, tra cui l'italiano Cristian D'Alessandro, arrestati per il blitz nell'Artico. Gli 'Arctic 30' sono in custodia cautelare in Russia dal 19 settembre, con l'accusa di pirateria, per una protesta in mare contro le trivellazioni della Gazprom. 

Greenpeace ha riferito che gli autori della lettera congiunta sono le nordirlandesi Betty Williams e Mairead Corridan (Nobel 1976), l'argentino Adolfo Perez Esquivel (1980), il sudafricano Desmond Tutu (1984), il costaricense Oscar Arias (1987), la guatemalteca Rigoberta Menchu (1992), il timorense Jose Ramos-Horta (1996), la statunitense Jody Williams (1997), la iraniana Sirin Ebadi (2001), la liberiana Leymah Gbowee e la yemenita Tawakkul Karman (2011). Gli undici sottoscriventi descrivono l'artico come "un tesoro dell'umanita'" e mostrano il loro appoggio a Greenpeace negli sforzi di protezione contro le trivellazioni petrolifere, "un'attivita' pericolosa e rischiosa"

Tags:
nobelpaceputin
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.