BANNER

Cresce il fenomeno delle proteste dei Berretti Rossi

il gruppo bretone che da mesi lotta contro l’aumento delle tasse. Le prime manifestazioni erano circoscritte alla regione del Nord della Francia ma poi le proteste si sono spostate anche a Parigi. Il tradizionale cappello era sulla testa dei rivoluzionari durante il periodo del Terrore, ma anche della Marianne nazionale.

Ora lo indossano i cittadini della regione del Nord della Francia che si oppongono all'aumento delle tasse, alla  mancanza del lavoro e all'odiato governo di Parigi. L'ultima manifestazione è stata nella Capitale dove un piccolo gruppo ha fischiato François Hollande durante la commemorazione dell'armistizio della prima guerra mondiale.

Un gesto poco repubblicano e che ricorda le proteste indipendentiste basche ma anche quelle della Lega Nord contro "Roma ladrona". Nelle ultime settimane sono stati incendiati decine di caselli autostradali provocando danni per diversi milioni di euro. Uno dei leader del gruppo di protesta  è Christian Troadec, il quale, rispondendo ai giornalisti, ha analizzato il fenomeno che il primo ministro francese sembrerebbe sottovalutare. “Protestiamo contro l’ecotassa che fa aumentare i costi di produzione dei nostri prodotto. Ma l’ecotassa è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.”

I Berretti Rossi prendono il nome dal celebre movimento del 1675 quando i bretoni si opposero all’imposta emanata da Luigi XIV per finanziare le guerre in Olanda. "Molte persone si sono messe a protestare da tempo proprio contro l’aumento delle tasse, la chiusura delle fabbriche e i licenziamenti" Ma da chi è composto il gruppo dei berretti rossi? "C’è un po’ di tutto: pescatori, operai, contadini, commercianti artigiani, comuni cittadini, stanchi della politica del governo di Parigi". Alcuni manifestanti sono stati denunciati nei giorni scorsi per le proteste di Quinper dove sono rimaste ferite diverse persone. Ma il leader del gruppo specifica: “La violenza non ha nulla a che fare con il nostro movimento”. I Berretti Rossi però sono pronti al dialogo col governo francese per trovare una soluzione: “La nostra priorità è quella di porre fine al dumping sociale e alla distorsione della concorrenza tra i paesi europei .

cappelli rossi
Guarda l'i-Perr video reportage


BANNER

Noi vogliamo che i nostri prodotti tornino ad essere competitivi in Europa”. Bisognerà anche capire che piega prenderà il movimento che sembrerebbe calcare le orme di partiti indipendentisti. "Preferiamo farci chiamare regionalisti piuttosto che indipendentisti anche se ognuno di noi ha una sensibilità diversa. Per ora quello che ci interessa è essere ascoltati da Parigi" Le prossime manifestazioni sono previste per il 30 novembre ma nel frattempo vi saranno altre iniziative locali".

2013-11-19T17:01:42.69+01:002013-11-19T17:01:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4130812615462013-11-19T17:01:42.753+01:0015462013-11-19T19:05:38.887+01:000/esteri/berretti-rossi191113false2013-11-19T19:05:41.903+01:00308126it-IT102013-11-19T17:01:00"] }
A- A+
Esteri

 

 

bretagna berretti rossi 500

BANNER

Cresce il fenomeno delle proteste dei Berretti Rossi

il gruppo bretone che da mesi lotta contro l’aumento delle tasse. Le prime manifestazioni erano circoscritte alla regione del Nord della Francia ma poi le proteste si sono spostate anche a Parigi. Il tradizionale cappello era sulla testa dei rivoluzionari durante il periodo del Terrore, ma anche della Marianne nazionale.

Ora lo indossano i cittadini della regione del Nord della Francia che si oppongono all'aumento delle tasse, alla  mancanza del lavoro e all'odiato governo di Parigi. L'ultima manifestazione è stata nella Capitale dove un piccolo gruppo ha fischiato François Hollande durante la commemorazione dell'armistizio della prima guerra mondiale.

Un gesto poco repubblicano e che ricorda le proteste indipendentiste basche ma anche quelle della Lega Nord contro "Roma ladrona". Nelle ultime settimane sono stati incendiati decine di caselli autostradali provocando danni per diversi milioni di euro. Uno dei leader del gruppo di protesta  è Christian Troadec, il quale, rispondendo ai giornalisti, ha analizzato il fenomeno che il primo ministro francese sembrerebbe sottovalutare. “Protestiamo contro l’ecotassa che fa aumentare i costi di produzione dei nostri prodotto. Ma l’ecotassa è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.”

I Berretti Rossi prendono il nome dal celebre movimento del 1675 quando i bretoni si opposero all’imposta emanata da Luigi XIV per finanziare le guerre in Olanda. "Molte persone si sono messe a protestare da tempo proprio contro l’aumento delle tasse, la chiusura delle fabbriche e i licenziamenti" Ma da chi è composto il gruppo dei berretti rossi? "C’è un po’ di tutto: pescatori, operai, contadini, commercianti artigiani, comuni cittadini, stanchi della politica del governo di Parigi". Alcuni manifestanti sono stati denunciati nei giorni scorsi per le proteste di Quinper dove sono rimaste ferite diverse persone. Ma il leader del gruppo specifica: “La violenza non ha nulla a che fare con il nostro movimento”. I Berretti Rossi però sono pronti al dialogo col governo francese per trovare una soluzione: “La nostra priorità è quella di porre fine al dumping sociale e alla distorsione della concorrenza tra i paesi europei .

cappelli rossi
Guarda l'i-Perr video reportage


BANNER

Noi vogliamo che i nostri prodotti tornino ad essere competitivi in Europa”. Bisognerà anche capire che piega prenderà il movimento che sembrerebbe calcare le orme di partiti indipendentisti. "Preferiamo farci chiamare regionalisti piuttosto che indipendentisti anche se ognuno di noi ha una sensibilità diversa. Per ora quello che ci interessa è essere ascoltati da Parigi" Le prossime manifestazioni sono previste per il 30 novembre ma nel frattempo vi saranno altre iniziative locali".

Tags:
berretti rossifranciamanifestazionebretagna
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.