A- A+
Esteri
Sembra influenza, ma fa morire: il coronavirus ha sintomi comuni. Cosa fare

Coronavirus: sintomi simili all’influenza, ma può provocare la morte. Il virus si sta diffondendo. Ecco come riconoscerlo e come prevenire

Sono saliti a 9 i decessi provocati dal coronavirus che, partito dalla Cina, si sta diffondendo in altri Paesi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità si è riunita oggi a Ginevra per dare disposizioni in merito al modo in cui affrontare l’emergenza che, dal livello lieve, è passata in pochi giorni a quello moderato.

Il virus ha in sé l’80% delle caratteristiche che aveva la Sars.

Ecco i sintomi tipici del virus per poterlo riconoscere. È molto importante lavarsi le mani, ma non solo.

Virus cinese: “Si può confondere con un’influenza”

“I casi notificati, ad oggi sono 200. Questa patologia non è gravissima, si può confondere con un'influenza pesante ed è quindi necessaria una task force per i casi gravi” ha spiegato alla RSI Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli studi di Milano.

“C'è da preoccuparsi... nel senso che dobbiamo organizzare una sorveglianza a livello globale, come già si sta facendo, rispetto a un focolaio, per ora limitato” ha proseguito l’esperto.

“Dobbiamo preoccuparci di un contagio non controllabile e sicuramente di un aumento del numero di casi, quindi di un peso per la sanità pubblica di tutte queste infezioni respiratorie acute che, ogni anno, causano dolore, ricoveri ospedalieri e, in soggetti più fragili, anche il decesso”.

Corona virus: i sintomi del virus cinese tanto temuto

I sintomi principali del coronavirus sono:

  • febbre
  • tosse
  • difficoltà respiratorie
  • malessere generale

I casi più gravi possono degenerare in:

  • polmonite
  • sindrome respiratoria acuta grave (Sars)
  • insufficienza renale
  • morte

Coronavirus cura

Non esiste ancora il vaccino né un trattamento specifico. Vanno curati i sintomi.

Il Coronavirus è simile alla Sars: come si trasmette. CORONAVIRUS CONTAGIO

Oggi il virus può essere trasmesso da persona a persona, con contatto diretto con i pazienti infetti.

Il virus cinese che si sta diffondendo è “parente di quello della Sars” ha spiegato a la Repubblica e a la Stampa Giovanni Rezza, responsabile delle malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità.

“Dovrebbe avere l'80-90% del patrimonio genetico identico. Dobbiamo evitare che arrivi da noi”.

Il virus si trova comunemente nel mondo animale e passa all’uomo con “un contatto diretto, non a caso ad ammalarsi sono stati i frequentatori di un mercato di esemplari vivi. Tra uomini, virus del genere passano attraverso la saliva che finisce nelle mucose di un'altra persona. Insomma ci vuole un contatto molto stretto” ha proseguito Rezza.

Consigli per prevenire il coronavirus: ecco cosa fare

Per evitare di entrare in contatto con il virus e di essere contagiati è opportuno seguire alcune regole basilari.

  • Lavare spesso le mani
  • Starnutire e tossire in fazzoletti usa e getta
  • Gettare fazzoletti usati in cestini
  • Usare la mascherina in caso di influenza
  • Evitare frutta e verdure non lavate
  • Evitare carne cruda o poco cotta
  • Evitare bevande non imbottigliate
  • Evitare di andare nei mercati di prodotti alimentari freschi
  • Evitare il contatto con persone che hanno sintomi sospetti
Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus cinacoronavirus sarscoronavirus curacoronavirus cina omscoronavirus cina ministero della salutecoronavirus cina come si trasmettecoronavirus cina trasmissionecoronavirus cina da dove vienecoronavirus sintomicoronavirus sintomi uomocoronavirus e sintomi
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.