A- A+
Esteri
Coronavirus, scienziati: "Trasmissione da serpenti". I sintomi e i rimedi

Coronavirus, scienziati: "Può essere stato trasmesso da un serpente"

Il nuovo coronavirus che si è diffuso in Cina potrebbe essere stato trasmesso all'uomo da un serpente. L'ipotesi, scrive il South China morning Post, è stata avanzata da un gruppo di scienziati cinesi. Se ciò venisse confermato, si tratterebbe della prima volta in cui un virus di questo genere viene trasmesso da un rettile. Lo studio, pubblicato dal Journal of Medical Virology, è stato realizzato da un team di ricercatori di Pechino, Nanning, Ningbo e Wuhan, che hanno ricostruito la struttura del coronavirus a partire dei dati pubblicati. E che hanno riscontrato la probabile origine in due serpenti comuni in Cina: il cobra cinese e il bungaro fasciato. Due rettili che potrebbero essere stati mangiati. L'ipotesi non ha però convinto la tutta la comunità scientifica cinese. In precedenza, questo tipo di coronavirus era stato trasmesso all'uomo solo da mammiferi. 

Virus Cina: in Arabia Saudita, positiva infermiera indiana

Un'infermiera indiana, impiegata in un ospedale in Arabia Saudita, e' stata trovata positiva al coronavirus di Wuhan. Lo riferisce il ministero degli Esteri indiano. "Circa cento infermieri indiani, la maggior parte dal Kerala, impiegati ad Al-Hayat hospital, sono stati sottoposti ai controlli per il coronavirus e tutti sono risultati negativi tranne una", ha twittato Vellamvelly Muraleedharan, sottosegretario agli Affari esterni dell'India, secondo quanto riporta la Cnn. "La paziente viene curata al Aseer National Hospital (ad Abha, nel sud del Paese, ndr) e si sta riprendendo bene", ha aggiunto. Le autorita' saudita finora non hanno commentato la notizia. 

VIIRUS CINA: CONTAGIATI DUE CINESI IN VIETNAM

 In Vietnam due cinesi sono risultati positivi ai test per il nuovo coronavirus. Lo riferisce la Bbc. I due, padre e figlio, sono ricoverati in ospedale a Ho Chi Minh City. Il primo a essere contagiato sarebbe stato il padre, rientrato in Vietnam da Wuhan.

Virus Cina: Brasile indaga su primo caso sospetto

Il Brasile sta indagando sul suo primo caso sospetto di contagio da coronavirus cinese. Lo ha reso noto il ministero della Sanita', a quanto riportano i media brasiliani. Il caso riguarda una donna di 35 anni, ricoverata a Belo Horizonte con problemi respiratori dopo essere tornata da Shanghai, lo scorso 18 gennaio. 

Virus Cina: chiusa al pubblico la Citta' Proibita a Pechino

Le autorita' cinesi hanno decretato la chiusura al pubblico della Citta' Proibita al centro di Pechino per timore della diffusione del misterioso coronavirus che ha gia' ucciso 17 persone nella provincia dello Hubei. Il sito storico chiudera' i battenti da sabato fino a nuovo ordine "per evitare infezioni incrociate causate dall'assembramento di gente", hanno fatto sapere le autorita' attraverso il profilo su Weibo.

Virus cinese: “Si può confondere con un’influenza”

“I casi notificati, ad oggi sono 200. Questa patologia non è gravissima, si può confondere con un'influenza pesante ed è quindi necessaria una task force per i casi gravi” ha spiegato alla RSI Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli studi di Milano. “C'è da preoccuparsi... nel senso che dobbiamo organizzare una sorveglianza a livello globale, come già si sta facendo, rispetto a un focolaio, per ora limitato” ha proseguito l’esperto. “Dobbiamo preoccuparci di un contagio non controllabile e sicuramente di un aumento del numero di casi, quindi di un peso per la sanità pubblica di tutte queste infezioni respiratorie acute che, ogni anno, causano dolore, ricoveri ospedalieri e, in soggetti più fragili, anche il decesso”.

Corona virus: i sintomi del virus cinese 

I sintomi principali del coronavirus sono:

  • febbre
  • tosse
  • difficoltà respiratorie
  • malessere generale

I casi più gravi possono degenerare in:

  • polmonite
  • sindrome respiratoria acuta grave (Sars)
  • insufficienza renale
  • morte

Consigli per prevenire il coronavirus: ecco cosa fare

Per evitare di entrare in contatto con il virus e di essere contagiati è opportuno seguire alcune regole basilari.

  • Lavare spesso le mani
  • Starnutire e tossire in fazzoletti usa e getta
  • Gettare fazzoletti usati in cestini
  • Usare la mascherina in caso di influenza
  • Evitare frutta e verdure non lavate
  • Evitare carne cruda o poco cotta
  • Evitare bevande non imbottigliate
  • Evitare di andare nei mercati di prodotti alimentari freschi
  • Evitare il contatto con persone che hanno sintomi sospetti
Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus cinacoronavirus sarscoronavirus curacoronavirus cina omscoronavirus cina ministero della salutecoronavirus cina come si trasmettecoronavirus cina trasmissionecoronavirus cina da dove vienecoronavirus sintomicoronavirus sintomi uomocoronavirus e sintomi
    in evidenza
    Italia ripescata ai mondiali? La sentenza della Christillin (Fifa)

    Il caso scottante

    Italia ripescata ai mondiali?
    La sentenza della Christillin (Fifa)

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

    A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.