A- A+
Esteri
Luttwak ad Affaritaliani.it: Putin ha vinto. Un pezzo di Ucraina è suo


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


C'è il rischio di un conflitto militare tra Russia e Occidente per la questione ucraina?
"Renzi ha già mobilitato i bersaglieri per andare in Ucraina? Non mi sembra".

E quindi che cosa succede?
"Il gioco di Putin è quello di ritaglirasi la fetta più grande dell'Ucraina ma senza incappare in combattimenti".

E come fa?
"La volontà bellica dei paesi europei è quasi zero e lui può prendersi così una gran bella fetta dell'Ucraina. Non c'è la volontà di un combattimento, semmai il pericolo è il non combattimento".

E le conseguenze quali saranno?
"Si ritornerà alla situazione in cui ogni paese europeo dovrà preoccuparsi di proteggere le proprie frontiere e dal multilateralismo si tornerà all'unilateralismo. Non solo...".

Dica...
"Ci si avvicina alla proliferazione nucleare ovunque. Se un paese come l'Iran aspira a avere le armi atomiche, perché non potrebbe farlo la Polonia che è mille volte più avanzata? A Varsavia la Nato vale zero e i polacchi possono farsi il nucleare in un anno".

Torniamo all'Ucraina...
"E' in atto un'aggressione e nessuno vuole occuparsene. L'aggressione così non se ne va via".

Ma Putin dice che difende le popolazioni russofone che abitano l'Ucraina orientale...
"E io devo aiutare mia zia e quindi bombardo Voghera? Su, dai. Aiutare vuol dire bombardare la gente? Putin vuole un pezzo dell'Ucraina. La questione della popolazione civile è solo una scusa, a Putin non gli importa nulla se i civili vivono o muoiono. Fa ridere i polli l'idea che Putin si muova per ragioni umanitarie. Solo i greci potrebbero crederci".

E l'America che cosa farà?
"Gli Stati Uniti possono intervenire, Obama no. Questa Amministrazione ha dato le dimissioni in politica estera, a parte dichiarazioni vuote e inutili".

Quindi?
"Gli europei non vanno in Iraq e in Afghanistan. Ora in Ucraina tocca loro e Obama è pronto ad appoggiare lealmente l'azione europea per difendere il principio della pace. Se gli europei vogliono continuare a pianificarsi le vacanze alle Maldive pensando che gli Usa si occupino per loro dell'Ucraina si iludinono e si sbagliano di grosso".

Cosa farà Obama?
"Gli Usa sono pronti ad appoggiare lo zero dell'Europa. Quindi Putin vince e si prende un pezzo di Ucraina. Il suo interesse si chiama espansione. La Federazione Russa è lo stato più più grande del mondo non a caso, ma come risultato di secoli di espansione".

Tornerà l'Unione Sovietica?
"No, solo pochi pensionati rivogliono l'Urss. La Russia è formidabile anche senza Urss".

E la Bielorussia?
"I bielorussi stanno zitti e se dicono qualcosa e non cooperano al 100% non esistono dopo 5 minuti. Renzi è pronto a mandare i bersaglieri per difendere i bielorussi? Insomma, la storia si ripete".

Lettonia, Lituania ed Estonia sono a rischio?
"Noi, i paesi baltici sono al sicuro. I russi li avevano ma non li considerano una cosa loro".

Azerbaigian e Georgia?
"Stanno zitti e obbediscono. Hanno abbandonato ogni velleità. Il Kazakistan si tiene defilato ma cooperante con Mosca. I kazaki hanno paura ma hanno anche rispetto per i russi. Non certo per gli europei".

E Pechino?
"La Cina è neutrale. Non è un'alleata di Putin ma nemmeno una nemica".
 

Tags:
edward luttwakputinucrainarussia
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Nissan Futures, il futuro della mobilità sostenibile

Nissan Futures, il futuro della mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.