A- A+
Esteri

Crisi energetica, Mosca: il piano di Cingolani è stato imposto da Ue-Usa, gli italiani soffriranno

Il piano italiano per la riduzione della dipendenza dalle fonti energetiche russe, messo a punto dal ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, "e' imposto a Roma da Bruxelles, che a sua volta agisce su ordini di Washington, ma alla fine saranno gli italiani che dovranno soffrire". Lo afferma in un post su Telegram la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

"Roma e' spinta al suicidio economico per la frenesia sanzionatoria euro-atlantica", e il risultato sara' che le imprese italiane saranno "distrutte dai 'fratelli' d'Oltreoceano", poiche' le aziende americane oggi "pagano l'elettricita' sette volte meno di quelle italiane", prosegue la Zakharova. "Le sanzioni sono diventate uno strumento di concorrenza sleale" contro i produttori italiani, aggiunge Zakharova, secondo la quale "quando le imprese italiane crolleranno, saranno comprate a buon mercato dagli Yankee".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cingolanienergiagasrussia





    in evidenza
    Il rapper Puff Daddy aggredisce e picchia l'ex fidanzata

    Il video choc

    Il rapper Puff Daddy aggredisce e picchia l'ex fidanzata

    
    in vetrina
    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


    motori
    Volkswagen nuova ID.3 Pro S: tecnologia avanzata e prezzo competitivo

    Volkswagen nuova ID.3 Pro S: tecnologia avanzata e prezzo competitivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.