A- A+
Esteri
EXPO 2025 "autofinanziato dalle imprese", la sfida della Francia

di Paola Serristori

“Meno esposizione e più innovazione”, annuncia Jean-Christophe Fromantin, presidente del comitato per la candidatura della Francia ad ospitare l'Expo universale nel 2025. Dopo le parole del ministro Le Foll ad Affari, stamane è stato presentato ufficialmente il progetto francese alla Fondazione Louis Vuitton. Un luogo che è a propria volta simbolo di innovazione, inaugurato alla fine del 2014, e che ha l'ambizione di ospitare eventi culturali, non solo legati alla moda o all'arte. Difatti, basta ascoltare il presidente di Expo 2025 Fromantin per prevedere un ruolo chiave dei maggiori gruppi privati nell'organizzazione dell'esposizione universale. Una novità assoluta, e sorprendente, vista da oltreconfine, in Italia.

EXPO 2025 (1)
 

Una semplice e perfetta “ricetta” anticorruzione e contro gli scandali. “Il tema che proponiamo “Au cœur des territoires s'ouvre celui des hommes” affronta il rapporto tra l'uomo ed il territorio. Saranno stanziati 2 miliardi e 900 milioni, ma senza aggravio per le casse dello Stato – spiega Jean-Christophe Fromantin -. Un'esposizione universale non ha senso senza innovazione. Vogliamo innovare a cominciare dai capitali che saranno raccolti per realizzare l'Expo francese, vogliamo creare valore diversamente. Si tratta di un vero progetto di imprenditori, dei privati, che avranno modo di trovare il budget. In base alle stime sui numeri dei visitatori registrati durante le esposizioni precedenti, con un biglietto d'ingresso al prezzo di 40 euro, prevediamo profitti di 200 milioni di euro e che saranno immediatamente reinvestiti in start-up e progetti di innovazione. Obiettivo: sviluppare un laboratorio di crescita per dieci anni”.

Diretto “concorrente” ad ospitare Expo 2025 è Londra.

 

EXPO 2015, in anteprima il padiglione della Francia

Tags:
expo 2025franciaimpresefinanziamenti
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.