A- A+
Esteri
Francia e Isis: il ruggito del coniglio

La Francia produce il classico “ruggito del coniglio” e ricomincia a pavoneggiarsi sull’agone internazionale contro la “capitale” dell’Isis in Siria, Raqqa.

È questa la ciliegina finale sulla torta della pessima amministrazione socialista di Hollande.

La Francia non è mai riuscita militarmente a contrastare l’Isis sul suo territorio siriano (a dire il vero neppure su quello francese a guardare il numero degli attentati) e in ogni caso sta intervenendo a “cose fatte” e solo dopo che gli Usa di Trump sono intervenuti pesantemente via terra cosa che, negligentemente, l’amministrazione Obama non ha mai fatto.

Dunque, agli occhi del mondo, l’azione francese peraltro solo annunciata dal ministro della Difesa Le Drian, si ricopre di tronfia consistenza e pone anche un problema di rapporti di forza per il Paese d’oltralpe: se la Francia vuole veramente ambire a rivestirsi della sua famosa grandeur e contrastare lo strapotere tedesco in Europa dovrebbe mostrare sul campo di battaglia che ha i numeri e la forza per fare da sola, senza l’aiuto del papà statunitense con cui, tra l’altro, è sempre così critica dai tempi della megalomania di De Gaulle.

 

Tags:
farncia isisraqqa
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.