A- A+
Esteri


Nuova grana per Francois Hollande. Il ministro del Bilancio francese, Jerome Cahuzac, è stato costretto a dimettersi dopo che la procura di Parigi ha annunciato di aver aperto un'inchiesta contro di lui con l'accusa di evasione fiscale per aver avuto un conto corrente segreto in Svizzera fino al 2010. Lo ha reso noto l'Eliseo, che ha nominato al suo posto l'attuale ministro per gli Affari Europei, Bernard Cazeneuve.

In una nota l'Eliseo ha chiarito che Hollande, "ha messo fine alla funzione di Cahuzac su sua richiesta".

A lanciare l'accusa contro l'ormai ex ministro era stato a dicembre il sito, sempre molto ben informato, Mediapart secondo il quale il ministro fino al 2010 aveva un conto cifrato presso la banca svizzera Ubs. Cahuzac ha sempre smentito l'addebito ma la procura ha rivelato che la polizia scientifica ha verificato una corrispondenza tra la voce del ministro e quella di una telefonata diffusa da Mediapart in cui un uomo ammette di aver un conto alla Ubs.

"In altri termini il risultato delle nostre analisi rafforza l'ipotesi che appartenga a Jerome Cahuzac la voce non identificata", ha dichiarato la Procura di Parigi in una dichiarazione. Al momento no comment ne' dal governo ne' dallo stesso titolare del bilancio.

La procura aveva gia' aperto un 'fascicolo' a gennaio, ma ora i magistrati hanno compiuto un passo ulteriore portando l'inchiesta ad un livello superiore, che consente la richiesta di collaborazione della magistratura elvetica.

Cahuzac, un ex chirurgo plastico che ha fatto carriera nel Partito Socialista ritagliandosi un ruolo di 'spulciatore' di conti, si e' impegnato contro l'evasione fiscale in particolare contro i connazionali che, per evitare di pagare le tasse in Francia, hanno portato capitali all'estero.

Con le sue dimissioni Cahuzac ha tratto d'impaccio Hollande. Se non si fosse dimesso si sarebbe arrivato al paradosso che l'uomo che materialmente avrebbe dovuto presentare il prossimo bilancio dello Stato per il 2013, fatto di aumento delle tasse (Hollande vorrebbe reintrodurre l'aliquota del 75% sui redditi sopra il milione di euro, già introdotta ma bocciata dalla Corte Costituzionale) e congelamento della spesa pubblica, si trovava accusato di evasione fiscale.
 

Tags:
francia
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.