A- A+
Esteri
Rapito un soldato israeliano. A Gaza la tregua è già finita

La tregua è finita, il silenzio questa volta è durato meno di due ore. Ne erano state stabilite 72. Alle 8 locali (le 7 in Italia) a Gaza era cominciato il cessate il fuoco umanitario concordato da israeliani e palestinesi. Poco dopo però le parti hanno cominciato ad accusarsi a vicenda di averne violato le condizioni. Sono ripresi i bombardamenti, i razzi, le vittime.

"Era una tregua umanitaria. E siamo molto preoccupati di questa barbara violazione del cessate il fuoco", ha detto il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest. Il premier Benjamin Netanyahu ha telefonato al segretario di Stato Usa, John Kerry: "Hamas ha violato le condizioni". Chi abbia cominciato non è certo. Questione di un'ora. Il cessate il fuoco ha avuto inizio alle 8 del mattino. Israele sostiene Hamas abbia attaccato alle 9.30 del mattino, i palestinesi affermano che l'esercito israeliano sia entrato a Rafah alle 7 del mattino, un'ora prima dell'inizio della tregua.

Fonti mediche palestinesi hanno reso noto che oltre 40 persone sono state uccise in un attacco nella zona di Rafah, le bombe hanno colpito l'ospedale della città Abu Yussuf al-Najar, i feriti sono centinaia e gli sbarramenti dell'artiglieria israeliana impediscono ai soccorritori di recuperare i morti. Sull'altro fronte, il quotidiano israeliano Yediot Ahronot ha riferito che dalla Striscia è stato lanciato un razzo nella regione di Eskhol, seguito da una raffica di altri, pochi minuti dopo.

Attraverso il coordinatore delle attività governative nei territori, il generale Yoav Mordechai, il governo israeliano dopo poche ore dall'inizio della tregua ha informato l'inviato dell'Onu nella zona Robert Serry che l'interruzione dell'azione militare era da considerarsi conclusa. Al confine con Gaza, è stato chiuso il valico di Kerem Shalom vicino Rafah, gli abitanti in fuga hanno cercato di attraversarlo ma i cancelli non si sono aperti. In una nota dell'esercito si legge che "Israele prenderà un'azione forte in risposta all'aggressione di Hamas e delle altre organizzazioni terroristiche nella Striscia di Gaza". Nel sud di Israele, compresa Beersheva, le sirene di allarme anti missili hanno ricominciato a suonare.

I motivi dell'interruzione della tregua. Israele ha accusato Hamas della morte di due soldati e del rapimento di un ufficiale della brigata di fanteria Ghivati, Hadar Goldin, 23 anni. "Sono stati investiti dall'esplosione di un kamikaze palestinese nella zona di Kerem Shalom", ha detto un portavoce militare. Questa mattina la stampa israeliana aveva parlato di "un grave incidente relativo alla sicurezza" nella stessa area, dichiarando l'area 'off-limits' e avvertendo i residenti di non lasciare le abitazioni. Hamas ha confermato il rapimento ma ha aggiunto che "non c'è alcuna giustificazione perché l'ufficiale è stato catturato e due soldati sono stati uccisi prima della tregua", ha detto Musa Abu Marzouk, esponente dell'ufficio politico. In una nota le brigate Ezzedin al-Qassam hanno sottolineato che "nessun soldato israeliano si era mai visto a Rafah negli ultimi 20 giorni, ma non appena è stata annunciata la tregua" sono iniziati i movimenti delle truppe dello stato ebraico, nelle prime ore dell'alba. "In tutta risposta, i nostri combattenti si sono scontrati con i soldati israeliani a Rafah alle 7, uccidendone e ferendone molti".

Gli Usa condannano il rapimento. Attraverso il portavoce Josh Earnest, la Casa Bianca ha chiesto ad Hamas di rilasciare il soldato israeliano. "Questa di servirsi della tregua come di una copertura per sferrare un attacco a sorpresa, così da uccidere soldati d'Israele e forse prenderne uno in ostaggio, appare da parte di Hamas un'azione assolutamente scellerata", ha detto il vice consigliere per la Sicurezza Nazionale, Tony Blinken.

Gaza in ginocchio. Dovevano essere 72 ore di pace per permettere alla popolazione di Gaza di ricevere aiuti umanitari, seppellire i morti, prendersi cura dei feriti e rifornirsi di cibo, per riparare infrastrutture idriche e energetiche. La popolazione è stremata. Nella Striscia da informazioni di intelligence, c'è tantissima gente che è infuriata con Hamas" ha sostenuto il portavoce del governo israeliano, Mark Reghev, parlando alla Cnn. Negli ultimi tre giorni, il bilancio dei raid israeliani nella Striscia di Gaza è stato pesantissimo. Il numero dei palestinesi morti è salito ad almeno 1.456, più che nell'operazione Piombo fuso del 2008-2009. Un comunicato militare dell'esercito israeliano ha precisato che sono 61 i militari caduti nell'operazione Margine protettivo.

Tags:
gazatreguaaccuseisraele
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.