A- A+
Esteri
Guerriglia in Scozia dopo il referendum. Paura a Glasgow

La Scozia non si stacca dall'Inghilterra ma, nonostante la soddisfazione dell'Europa per l'esito del referendum, le ambizioni indipendentiste nel mondo non si fermano e trovano in Edimburgo l'esempio di una prova di democrazia da mettere in atto dalla Catalogna al Kashmir. Alex Salmond, il first minister che aveva fatto dell'indipendenza la battaglia politica della sua vita, si e' dimesso, ma la Gran Bretagna ne esce trasformata da un voto che ha comunque espresso un fortissimo desiderio di autonomia.

E quella che e' una vittoria, per David Cameron potrebbe trasformarsi domani in una sconfitta politica sonora, nel caso di un referendum sulla uscita dall'Ue. Sul piano dei numeri, prima di tutto: la Reuters ha calcolato che la permanenza di 5,3 milioni di scozzesi, la gran parte europeisti, nell'elettorato britannico rende matematicamente certa una vittoria dei "si" all'unione con Bruxelles; e sul piano degli slogan, poi: come fara' Cameron a respingere lo slogan "meglio insieme" utilizzato per sconfiggere Braveheart? Tutto cio' si vedra' nel 2017, anno in cui questo referendum dovrebbe tenersi. Oggi gli scozzesi hanno votato per rimanere nel Regno Unito, dopo 307 anni di legame con Londra: 55,3% i 'no' e 44,7% i 'si'.

Per almeno "una generazione, ha detto Cameron, la partita e' chiusa. Ma e' lo stesso premier britannico a promettere una vera e propria rivoluzione: un processo di trasferimento delle competenze a favore del Parlamento di Edimburgo (su temi fiscali e di welfare), come promesso dai tre principali partiti britannici, che si trasformera' in legge gia' a gennaio. L'atteso referendum e' stato osannato da tutti, vincitori e sconfitti, come un modello di processo democratico. Il processo per assegnare maggiori poteri al Parlamento di Holyrood, ha aggiunto, dovra' andare di pari passo a un piano per dare autonomia ad altre regioni britanniche, soprattutto l'Inghilterra visto che l'Irlanda del Nord e il Galles hanno gia' le proprie assemblee. "Non ho dubbi che gli scozzesi siano in grado di esprimere le loro forti convizioni per poi tornare di nuovo insieme in uno spirito di sostegno e di rispetto reciproco", ha affermato la Regina Elisabetta II, che di solito trascorre proprio questo periodo dell'anno nel castello scozzese di Balmoral.

Intanto sei persone sono state arrestate durante violenti scontri fra i sostenitori del no e quelli del si nel referendum per l'indipendenza della Scozia a Glasgow, quando un gruppo di giovani unionisti ha aggredito degli indipendentisti

Tags:
scoziaguerrigliareferendum
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.