A- A+
Esteri
Iggy Pop e Karl Lagerfeld torturati. La campagna choc di Amnesty

Iggy Pop, il grande rocker americano, è tra i protagonisti della nuova campagna di Amnesty International Belgio anti-tortura, ribattezzata "Stop torture!". Pop campeggia su un manifesto che lo mostra contuso e ferito, come fosse stato pestato a sangue, e che gli attribuisce una dichiarazione: “Il futuro del rock'n'roll è Justin Bieber”. Sotto, il claim della campagna: “Torturate un uomo e vi racconterà qualsiasi cosa”. Altri testimonial della campagna sono il Dalai Lama e lo stilista Karl Lagerfeld.

L'obiettivo, secondo l'organizzazione, è "educare il pubblico in Belgio sulla realtà della tortura, insistendo sul fatto che oltre ad essere inaccettabile in qualsiasi circostanza, la tortura è contro-produttiva. Le persone sotto tortura infatti direbbero qualunque cosa per far smettere il dolore". La Campagna ha già avuto il suo effetto. Pubblicata sulla pagina Facebook di Amnesty International in Belgio è stata condivisa da quasi 3.000 utenti in quattro ore.

Altri personaggi di fama mondiale si sono prestati al gioco. Così Karl Lagerfeld, il viso tumefatto, sostiene che "il vertice dell’eleganza è la camicia hawaiana e le infradito". Anche il Dalai Lama appare in foto con dei lividi e sembra pronunciare la frase del pubblicitario Jacques Séguéla: "Un uomo che non ha un Rolex a 50 anni ha sprecato la sua vita."

Tags:
amnestytorture
in evidenza
Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social

Le foto da urlo della fidanzata di Greg Paltrinieri

Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


motori
DS Automobiles svela la nuova DS3

DS Automobiles svela la nuova DS3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.