A- A+
Esteri
Il ritorno in edicola di Chalie Hebdo: "Cerchiamo nuovi vignettisti"

Cinquanta lunghi giorni di riflessione dopo la strage. Ma ora Charlie Hebdo è tornato in edicola. Il settimanale satirico uscirà con il numero 1179 mercoledì prossimo. E ora ha anche l'obiettivo di espandersi. Il nuovo direttore editoriale Riss ha infatti  annunciato che la redazione è a caccia di nuovi vignettisti. Lo scorso 14 gennaio, nell'edizione subito dopo l'attacco, la rivista aveva venduto 8 milioni di copie e da 10mila abbonati è passata a 220mila. Intanto,

COME SARA' - Ci saranno sedici pagine di Charlie Hebdo che affronteranno temi quali la politica, l'economia e l'attualità. La redazione è ancora comprensibilmente sotto shock dopo l'attentato in cui hanno perso la vita 11 persone. "Non sono previsti nuovi omaggi alle vittime - spiega a La Repubblica Patrick Pelloux, storico collaboratore - non siamo mai stati un giornale lacrimevole".

La ricerca per nuovi vignettisti non è stata facile. In molti hanno rifiutato, altri hanno chiesto di firmare con un altro nome. Alla fine si sono presentati in due. Dall'attentato la rivista ha visto crescere il numero dei lettori e un gruzzoletto di 30 milioni grazie alle numerose donazioni. Questo patrimonio, avvertono dalla redazione, potrebbe innescare tensioni. Nelle prossime settimane, il Comune di Parigi regalerà al settimanale nuovi uffici nel tredicesimo arrondissement. Il trasloco avverrà soltanto dopo che la redazione sarà trasformata in un bunker.

Tags:
charlie hebdoedicolaattentatiparigimaomettovignettistivignetta
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.