A- A+
Esteri
Il sogno di Putin: far rinascere l'Urss. Al via l'unione economica Euroasiatica

Il presidente russo Vladimir Putin e' arrivato ad Astana, capitale kazaka, dove firmera' il trattato per la nascita dell'Unione Economica Euroasiatica insieme agli omologhi di Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, e dello stesso Kazakistan, Nursultan Nazarbaiev. Il consigliere diplomatico del Cremlino, Yuri Ushakov, ha definito "non facili" i negoziati che hanno portato a tale "evento", indicato come "storico", ma i tre partner sono comunque arrivati a un compromesso.

Oggi durante l'incontro dei presidenti, e' stato fatto sapere da Mosca, "e' prevista la firma del trattato per la creazione dell'Unione Economica Euroasiatica", realta' che sara' operativa dal primo gennaio 2015, e che punta ad ampliare presto i suoi attuali confini. Si tratta del passo successivo all'Unione Doganale, gia' in essere tra le tre Repubbliche ex sovietiche, e un momento fondamentale per la creazione di uno spazio economico comune, che nei sogni di Putin dovrebbe riunire la disciolta Urss. Prossimi membri dovrebbero essere il Kirghizistan e l'Armenia, i cui presidenti sono stati invitati anch'essi ad Astana. La sede dell'Unione Economica Euroasiatica sara' a Mosca, il tribunale a Minsk e il regolatore finanziario ad Almaty.

Tags:
putin
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.