A- A+
Esteri

Nuovo caso di stupro di gruppo in India, questa volta pero' inflitto come 'punizione' alternativa a un'ammenda per una relazione illecita, che la vittima non era in gradi di pagare. I 13 presunti aggressori sono gia' stati arrestati dalla polizia. La vittima e' una ragazza nubile di 20 anni di Subalpur, localita' del Bengala Occidentale 240 chilometri a ovest della capitale statale Kolkata, l'ex Calcutta. Appartenente a un clan induista, la giovane era stata sorpresa ad avere una relazione con un coetaneo di fede musulmana. I due sono allora stati convocati dal consiglio del villaggio, formato da anziani e capi tribu', che hanno ordinato di legarli separatamente a un albero e li hanno processati.

La pena stabilita era una multa da 25.000 rupie, poco meno di 300 euro. Il ragazzo ha accettato di pagare, ottenendo una dilazione di una settimana. La ragazza e i suoi familiari hanno invece affermato di non possedere il denaro necessario, e a quel punto il consiglio ha decretato che fosse violentata dagli altri abitanti per punirla anche del mancato pagamento. E' stata cosi' trascinata in una capanna e stuprata a turno da 13 persone, finendo poi all'ospedale dove ha identificato tutti gli aggressori, compreso il capo villaggio, che sono cosi' stati arrestati e andranno a processo per direttissima oggi stesso. Un mese fa era caduto il primo anniversario del clamoroso caso di violenza carnale che ha traumatizzato l'opinione pubblica indiana e internazionale: quello relativo alla studentessa 23enne aggredita a New Delhi da un gruppo di balordi, seviziata a lungo e infine gettata giu' da un autobus. La giovane era morta in ospedale a Singapore per le tremende lesioni riportate, dopo quasi due settimane di agonia.

Tags:
india
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.