A- A+
Esteri
irlanda2013 4

Irlandesi al voto per abolire il Senato. Le urne si sono aperte nella Repubblica irlandese per chiedere ai cittadini se vogliono definitivamente cancellare dalla storia il Seanad Éireann, la camera alta del Parlamento, istituita 90 anni fa.

Per il governo di Dublino, guidato dal premier Enda Kenny, il Seanad costa troppo (circa 20 milioni di euro l'anno) e non è più essenziale per il processo democratico. I suoi difensori invece ritengono che esso abbia ancora un ruolo fondamentale di controllo sull'operato del governo. Secondo gli ultimi sondaggi, il 44% della popolazione è a favore dell'abolizione, il 27% contraria, ma ancora il 21% è indeciso. Gli oltre 6mila seggi resteranno aperti fino a questa sera alle nove, ma non è attesa un'alta affluenza.

Il Seanad è formato da 60 membri non eletti direttamente dai cittadini, bensì nominati da senatori uscenti, deputati e rappresentanti locali, o dal premier e dalle università.

Il potere più rilevanti nelle mani dei senatori, che non possono bocciare una legge approvata dalla camera bassa, è quello di rinviarne al massimo per tre mesi la sua enttrata in vigore. Un potere che il Seaned ha esercitato solo due volte in 75 anni.
 

Tags:
senatoirlanda
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.