A- A+
Esteri
Isis: decapiteremo il fondatore di Twitter e i dipendenti

Isis ha dichiarato guerra a Twitter. In un appello diffuso sul web ha esortato tutti i jihadisti nel mondo ad uccidere i dipendenti ed il fondatore del social network di microblogging, Twitter, per punirli di aver cancellato molti dei profili usati dai seguaci del sedicente 'califfo' Abu Bakr al Baghdadi.

"La vostra guerra virtuale contro di noi ora provochera' una guerra reale contro di voi" si legge in un post in arabo diretto al fondatore di Twitter Jack Dorsey in cui appare la sua foto con al centro il disegno del mirino in rosso di un fucile di precisione . - Il messaggio prosegue inneggiando ancora all'uccisione di Dorsey e di tutti coloro che lavorano per Twitter:

"Avete iniziato una guerra destinata a fallire. Vi avevamo detto dall'inizio che questa non era la vostra guerra ma non ci avete ascoltato e avete continuato a chiudere i nostri account su Twitter, ma come vedete noi riusciamo sempre a tornare. Ma questo i nostri 'leoni' (combattenti coraggiosi) verranno a togliervi il fiato, allora voi non resusciterete" Il post prosegue: "hey Jack (Dorsey) come proteggerai i tuoi dipendenti quando i loro colli (minaccia di decapitazione come ha fatto il famigerato boia originario del kuwait ma cresciuto a Londra, Jihadi John, al secoldo Mohamed Emwazi, con gli ostaggi occidentali) diventeranno un obiettivo ufficiale per i soldati del califfato...cosa dirai alle loro famiglie?".

Tags:
isistwitterterrorismoattentati
in evidenza
Excel, scoppia la polemica social "E' più importante della storia"

Il dibattito sulla scuola

Excel, scoppia la polemica social
"E' più importante della storia"

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.