A- A+
Esteri

Un tecnico italiano e' stato rapito mercoledi' sera nel sud della Nigeria, nella regione del Delta del Niger. Lo hanno riferito all'Agi fonti locali. L'uomo sequestrato e' Marcello Rizzo, un tecnico di origine catanese di 55 anni che era 'project manager' per la Gitto Costruzioni, societa' edile siciliana impegnata nella costruzione di un ponte sul Niger tra le citta' di Onistsha e Asaba. La prima ipotesi circolata era che si fosse trattato di un sequestro da parte del Mend, il gruppo di guerriglieri attivo nella regione del Delta del Niger, ma ora sembra che il tecnico sia nelle mani di una banda criminale del luogo che punterebbe a ottenere un riscatto.

Contatti sarebbero gia' stati avviati e c'e' la speranza di una rapida soluzione della vicenda.  La Farnesina ha confermato il rapimento di un cittadino italiano in Nigeria. Il ministero degli Esteri ha fatto sapere di aver contattato i familiari della persona sequestrata e ha subito attivato tutti i canali per arrivare a soluzione positiva del caso, su cui chiede il massimo riserbo.

Tags:
italianonigeria
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.