A- A+
Esteri
Jamal Khashoggi, opinionista del Washington Post, scomparso a Istanbul
Jamal Khashoggi

Non ci sono notizie da ore di Jamal Khashoggi, giornalista saudita critico nei confronti del giovane e ambizioso principe ereditario Mohammed bin Salman. E' 'scomparso' dopo una visita al consolato saudita a Istanbul. Khashoggi è tra le firme del Washington Post e il giornale scrive dei timori di parenti e amici dell'opinionista, che hanno perso i contatti con lui.

Khashoggi, ricostruisce il quotidiano con la testimonianza della compagna, è entrato nel consolato alle 13 di ieri. La donna ha spiegato di averlo accompagnato, ma di aver aspettato fuori dalla rappresentanza diplomatica e di aver allertato la polizia quando erano ormai le 17 e di Khashoggi non c'erano notizie. "Abbiamo parlato con le autorità turche e con la polizia - ha detto un amico, Turan Kislakci - Sono convinto al 100% che sia nel consolato".

< "Jamal Khashoggi è stato arrestato al consolato saudita a Istanbul!", si legge in un banner che appare sulla homepage del sito di Khashoggi. Nessuna risposta, segnala il Washington Post, è arrivata alle richieste di commenti inoltrate ai portavoce dei ministeri degli Esteri di Ankara e Riad.

Khashoggi, noto tra l'altro per aver intervistato Osama bin Laden, ha lasciato lo scorso anno l'Arabia Saudita e vissuto in esilio volontario negli Stati Uniti. A maggio, dopo l'arresto nella monarchia del Golfo di un gruppo di attivisti, ha denunciato un "giro di vite che ha lasciato di stucco anche i più forti difensori del governo". Ha criticato l'intervento saudita in Yemen, come le tensioni diplomatiche tra Riad e Ottawa.

"Oggi non siamo riusciti a contattare Jamal e siamo molto preoccupati - afferma in una nota Eli Lopez, direttore della sezione International Opinions del Washington Post - Sarebbe ingiusto e oltraggioso se fosse stato arrestato per il suo lavoro di giornalista e opinionista". "Speriamo sia al sicuro", aggiunge. Gli amici raccontano che Khashoggi era già stato venerdì scorso al consolato saudita a Istanbul per ottenere alcuni documenti. Nel fine settimana era stato a Londra ed era poi tornato lunedì nella città sul Bosforo, per poi recarsi martedì - su appuntamento - al consolato saudita.

Commenti
    Tags:
    opinionista washington postistanbularabia sauditascomparso opinionista whashington post
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.