A- A+
Esteri
Kerry: "Insieme contro l'Isis". Ucraina, abbattuto caccia di Kiev

ISLAM - Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha lanciato un appello per una coalizione globale per fermare "il programma di genocidio" degli jihadisti dello Stato islamico (Is) in Siria e nel nord dell'Iraq. In vista dell'imminente vertice Nato che si terra' in Galles, il capo della diplomazia Usa ha invocato dalle colonne del New York Times "una risposta unitaria guidata dagli Stati Uniti e una coalizione di nazioni piu' ampia possibile".

Kerry ha spiegato che al summit dell'Alleanza atlantica insieme al segretario alla Difesa, Chuck Hagel, incontrera' i colleghi degli alleati europei con l'obiettivo di assicurare "la piu' ampia assistenza possibile" all'iniziativa. A fine settembre, poi, il presidente Barack Obama annuncera' un piano per combattere l'Is a un vertice a New York del Consiglio di sicurezza dell'Onu, di cui gli Usa detengono la presidenza di turno. "Coglieremo quell'occasione", ha spiegato il segretario di Stato, "per continuare a costruire un'ampia coalizione e a sottolineare la minaccia posta dai terroristi stranieri, tra cui quelli che si sono uniti all'Is".

UCRAINA - Un caccia ucraino Su-25 e' stato abbattuto da missili anti-aerei russi nell'est del Paese, dove e' in corso un'offensiva contro i ribelli separatisti: lo hanno riferito le forze amate di Kiev che hanno pero' smentito la rivendicazione dei miliziani che sostenevano di aver distrutto quattro velivoli. Il pilota e' riuscito a lanciarsi con il paracadute. Nel comunicato non si precisa il luogo dell'abbattimento, avvenuto venerdi' mattina.

AFGHANISTAN - Un kamikaze talebano alla guida di un'autobomba si e' fatto saltare in aria davanti a una sede dei servizi segreti a Jalalabad, nell'est dell'Afghanistan, causando almeno sei morti e 45 feriti. Lo ha reso noto un portavoce della provincia di Nangarhar, precisando che le vittime sono per lo piu' civili. Dopo l'attacco agli uffici della Direzione nazionale per la sicurezza, sono scoppiati intensi combattimenti fra altri talebani e le forze di sicurezza locali. Le nuove violenze arrivano mentre permane lo stallo per il riconteggio dei voti del ballottaggio per le elezioni presidenziali del 14 giugno, in cui i due candidati Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani denunciano brogli. Le truppe straniere dell'Isaf dovrebbero completare il ritiro entro la fine dell'anno ma i ritardi nell'insediamento del nuovo presidente hanno fatto slittare la firma di un accordo sulla sicurezza con gli Stati Uniti.

Tags:
kerryisisucraina
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.