A- A+
Esteri

La quota di mercato della Hexagon in Africa sub-sahariana tra il 2001 e il 2011 è sceso dal 10,1 % al 4,7 % E ' umiliante , anche contrizione , che hanno consegnato le più alte autorità francesi , Mercoledì 4 dicembre , due giorni prima del vertice Africa del Elysee , di fronte a un gruppo di ministri africani e oltre 600 uomini Affari e l'origine francese del "continente del futuro" tempo , come viene ora chiamato Africa . " Il primo decennio di questo secolo è quella della metamorfosi di un continente che, lungi dal languire alle frontiere della globalizzazione ( ... ) , è diventato uno degli attori principali , ha detto il ministro della dell'Economia e delle Finanze , Pierre Moscovici , a Bercy , in apertura del convegno " Africa- Francia per un nuovo modello economico . " Dov'era la Francia nel corso di questo decennio riequilibrio scambio globale ? ha perso tempo un dibattito sterile su Africa , chiedendosi come posizionare di fronte al continente che ha così a lungo visto , in primo luogo , in quanto conservano un privato . " A queste parole di pentimento , il presidente François Hollande è andato vicino dibattito poche ore dopo , ha aggiunto : "Guardiamo l'Africa come se fosse la sofferenza continente Noi non vediamo ancora che è. il continente del futuro - uno - del futuro , e ce n'è uno là - doppia - Prima occasione per gli africani di segnare di più la volontà , la capacità , un'opportunità anche per i principali paesi industrializzati . . venire a investire in Africa " " I paesi emergenti hanno talvolta avuto più velocità per fare e capito prima di altri - c'era - da guadagnare da stabilire relazioni con l'Africa ", ha aggiunto capo dello Stato . Tra queste due affermazioni , una mezza dozzina di tavole rotonde recensione le priorità del continente , come i metodi di finanziamento delle infrastrutture , la mobilitazione del capitale umano , lo sviluppo delle capacità produttive , la valorizzazione delle risorse agricole e più in generale , una nuova dinamica leve economiche tra la Francia e l'Africa . Un partecipante , Dominique Lafont , presidente della Bolloré Africa Logistics , ha riassunto la sfida : " Andare più veloce rispetto ai cinesi . " Quali sono difficili da battere , con oltre 200 miliardi dollari ( € 147.000.000.000 ) scambi commerciali con l'Africa , venti volte più di dieci anni fa . " A volte prendiamo decisioni strategiche in 24 ore, ha detto al mondo - . Sulla attività - porto , eravamo più veloce di cinesi Siamo spudoratamente davanti a loro non mi sento che .. boss cinesi sono più di me sulla terra. nostra intelligenza capitale e simpatia con gli africani è più sviluppato . loro unico vantaggio è quello di poter mobilitare le masse di finanziamento eccezionale . " La conferenza è stata l'occasione per un gruppo di ex ministro degli Esteri Hubert Vedrine , l'investitore franco- beninese Lionel Zinsou , l' ex capo dell'Agenzia francese per lo sviluppo ( AFD ), Jean- Michel Severino , imprenditore franco- ivoriana Tidjane e di business Hakim El Karoui -man , per dare il signor relazione Moscovici aveva loro comandato , " Un partenariato per il futuro" . L'umiltà e pragmatismo La conclusione è schiacciante : la quota di mercato della Francia in Africa sub-sahariana tra il 2001 e il 2011 è sceso dal 10,1 % al 4,7 % . Per invertire la tendenza , gli autori proposte quindici , tra cui uno per creare una "fondazione franco-africano per la crescita . " Mr. Zinsou accompagnata dalla creazione nel 2014 , ha confermato Mr. Holland . Il Capo dello Stato ha colto l'occasione per annunciare il raddoppio degli aiuti e gli investimenti francesi in Africa a 20 miliardi di euro nei prossimi cinque anni e ha preso uno dei dati contenuti nella relazione . Se la Francia mantiene la sua quota di mercato al 4,7% nel 2020 , la crescita della domanda africano (16 % all'anno ) potrebbe creare o salvare 360.000 posti di lavoro in Francia. E anche se , più realisticamente , la sua quota di mercato è scesa al 3,5 % , 240.000 posti di lavoro sono che la Francia dovrà Africa . Umiltà e nuovo pragmatismo dirigenti francesi hanno fatto appello agli africani . Ministro delle Finanze della Nigeria , Ngozi Okonjo - Iweala , feroce riformatore ed ex numero due della Banca Mondiale , è stata la star del giorno , di essere salito al rango presidenziale a fianco dei capi di Stato Coast Ivory ( Alassane Ouattara ) , Senegal ( Sall ) e la Tanzania ( Jakaya Kikwete ) . " Questo è il miglior incontro sull'Africa a cui ho partecipato , ha detto Okonjo - Iweala . C'erano attorno al tavolo di imprenditori seri e pronti per politiche di intervento . Questa è la in modo che noi africani vogliono interagire con la Francia , trattati come partner alla pari . " "Il futuro non è aiuto allo sviluppo , ma investimenti . Africa si sta muovendo . Abbiamo molti pretendenti . Muoviti con noi , o ti perdere la barca , e lo ha fatto rappresentano non due volte " , ha detto , ha aggiunto.

Tags:
franciacrescita africana
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.