A- A+
Esteri
Libia, è corsa ad abbandonare il paese: evacuati oltre 100 italiani

La Libia sembra avviarsi a seguire le orme della Somalia come prossimo stato fallito. Nelle ultime 24 ore c'e' stata un'accelerazione dei Paesi occidentali nella corsa ad abbandonare il Paese. Molti hanno ordinato ai loro connazionali di abbandonare il Paese ed alcuni hanno anche chiuso le ambasciate. L'evacuazione progressiva degli occidentali e' legata all'incapacita' del governo, ostaggio delle diverse milizie, di garantire la sicurezza. Ieri era stata l'ambasciata statunitense ad organizzare un convoglio via terra, scortati dall'alto da jet da guerra. Oggi l'Italia ha seguito la stessa pista per evacuare oltre 100 italiani, ma l'ambasciata e' aperta e l'ambasciatore Giuseppe Buccino Grimaldi resta al suo posto. Non solo. Resta in vigore l'allerta emesso il 21 luglio "tassativamente sconsigliato" recarsi "in Cirenaica e nel sud del Paese" e si "sconsigliano viaggi a Tripoli e nella fascia costiera della Tripolitania".

La Germania ha ordinato ai tedeschi nel Paese di lasciare immediatamente la Libia, cosi' come hanno fatto la Gran Bretagna e Spagna. Lo stesso ha fatto l'Olanda che, pero', si appresta anche a chiudere anche la legazione. Da ultimo anche la Francia, che finora si era limitata a consigliare ai suoi connazionale di non recarsi a Bengasi, ha chiesto ai suoi connazionali di lasciare la Libia. Repubblica Ceca, Malta, Austria, Svezia, Danimarca Finlandia e Norvegia hanno sconsigliato i viaggi in Libia. Stoccolma ha anche sconsigliato agli svedesi gia' in Libia di andare a Bengasi Nei giorni scorsi il Belgio aveva diramato l'ordine di evacuazione (16 luglio) e la Tirchia il 24

 

Tags:
libiaprimavera araba
in evidenza
Elisabetta Canalis senza reggiseno: Instagram la leva

FOTO CENSURATA

Elisabetta Canalis senza reggiseno: Instagram la leva


in vetrina
Scatti d'Affari Brera Cicli, Gruppo Mandelli: al via rebranding e nuovo sito

Scatti d'Affari
Brera Cicli, Gruppo Mandelli: al via rebranding e nuovo sito


motori
Il Carroziere Calesani trasforma una Citroen Berlingo in una 2CV Furgonette

Il Carroziere Calesani trasforma una Citroen Berlingo in una 2CV Furgonette

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.