A- A+
Esteri

 Intensi scontri a fuoco tra milizie rivali hanno avuto luogo ieri sera in numerosi quartieri di Tripoli, in Libia: almeno dieci persone sono rimaste ferite. Secondo fonti non confermate, di cui riferisce la Bbc, una persona sarebbe rimasta uccisa. Gli scontri hanno avuto luogo dopo la morte di un leader delle milizie locali, Nourri Friwan, ha detto un responsabile della sicurezza locale. L'uomo era rimasto ferito martedì sera a un check-point di una brigata di ex ribelli di Soug al Jomaa, un quartiere a est della capitale libica.

Per vendicare la morte del loro leader, i miliziani armati, arrivati da Misurata a bordo di veicoli equipaggiati con cannoni antiaerei, si sono diretti verso il quartiere di Soug al Jomaa, bloccando le principali vie di accesso al quartiere e ingaggiando un intenso conflitto a fuoco con miliziani locali.

Secondo fonti del servizio sanitario locale, almeno dieci persone sono rimaste ferite, tra cui alcuni civili: due di loro sarebbero in gravi condizioni. Nel conflitto a fuoco è rimasto danneggiato anche l'hotel Radisson, dove alloggiano diplomatici e imprenditori stranieri. "Siamo terrorizzati, numerosi vetri sono stati infranti", ha detto un residente dell'hotel.
 

Tags:
tripolilibia
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.