A- A+
Esteri

Accordo ma a meta' a Ginevra sulla necessita' di avviare un percorso che permetta di ricostruire la fiducia tra le diverse fazioni libiche e formare un governo di unita' nazionale. Accordo parzialissimo perche' ai colloqui sul lago Lemano, organizzati dall'inviato Onu per la Libia, Bernardino Leon, mancava una delle due parti nel conflitto: i delegati degli islamisti (coalizione Alba Libica e brigate di Misurate) che controllano la Tripolitania e minacciano la Cirenaica. C'erano solo quelli del governo internazionalmente riconosciuto del premier Abdullah al Thani. I prossimi colloqui sono stati fissati per la prossima settimana, sempre con la mediazione dell'Onu. Gli islamisti decideranno solo domenica se partecipare.

Tags:
libia
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.