A- A+
Esteri
Macron-Gentiloni, piena sintonia. Migranti, Parigi: Italia inascoltata


La crisi migratoria e il problema della Libia, le sfide europee sulla sicurezza e la difesa comune e quelle globali del clima e del commercio internazionale: durante la loro cena di lavoro all'Eliseo; Paolo Gentiloni ed Emmanuel Macron hanno passato in rassegna i principali temi di interesse comune e l'intesa pare buona. L'Italia e la Francia "sono paesi talmente vicini e talmente amici che sono certo, caro presidente, che non solo lavoreremo insieme ma che sara' una gioia lavorare insieme ", aveva esordito Gentiloni. I due leader si sono lasciati, dopo un paio di ore insieme, con saluti calorosi e le impressioni di chi ha assistito allo scambio sono positive : si e' trattato di un colloquio di sostanza , con poche chiacchiere e molti punti di vista comuni , secondo gli osservatori. E se nelle rispettive sintesi su Twitter il presidente francese punta di piu' sul clima e sull'Europa mentre il capo del governo italiano parla di un'Europa della crescita e vicina ai cittadini, nelle loro parole prima della cena entrambi hanno parlato di economia e crisi dei migranti . Particolarmente interessante e' sembrata l'attenzione del nuovo presidente francese all'emergenza migranti in Italia : " credo che non abbiamo ascoltato abbastanza presto il grido d'allarme lanciato dall'Italia ", ha detto Macron.

"Dobbiamo migliorare questa Europa che protegge - ha detto - conosco la sfida che l'Italia ha vissuto in materia di immigrazione, il mio auspicio e' che si possa arrivare a una vera riforma del diritto di asilo e delle regole che oggi abbiamo per proteggere gli stati maggiormente sottoposti alla pressione migratoria ".E per Gentiloni , quella della politica migratoria comune e' una delle priorita' su cui " investire il capitale di fiducia e speranza " scaturito dalla vittoria di Macron, due settimane fa, contro la leader del Front National Marine Le Pen. Ci sono poi le questioni economiche : la prima fra quelle citate da Macron e' la protezione dei lavoratori , ma anche le imprese, dal dumping commerciale . Piu' a lungo termine, secondo il presidente francese , l'Italia e la Francia possono lavorare assieme a un'agenda economica con l'obiettivo di " ridurre le divergenze fra le nostre economie , che hanno creato le tensioni finanziarie di cui l'Italia ha sofferto negli ultimi anni ". Gentiloni ha ricordato che occorre lavorare " sullo sviluppo della nostra unione monetaria ", che deve andare verso " l'unione fiscale e bancaria ". E anche se, " non sara' un processo immediato, l'importante e' cominciare ad andare nella giusta direzione ". Occorre quindi lavorare a " regole comuni che devono sempre piu' incoraggiare la convergenza e non le differenze fra i diversi paesi europei".

Tags:
macron gentiloni
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.