A- A+
Esteri
Marine Le Pen: "Io presidente. Così sfiderò la Merkel"


"Sono pronta per essere la prima donna eletta presidente della Repubblica francese. Ed è pronta anche la Francia: del resto è da anni che i francesi eleggono dei presidenti senza attributi: quindi non cambierebbe molto le cose".

Con questa battuta di spirito Marine Le Pen, leader del Fronte Nazionale, commenta, in una lunga intervista esclusiva concessa al settimanale "Chi" e pubblicata sul numero in edicola mercoledì 4 marzo, i sondaggi che la danno favorita nella corsa all'Eliseo. Il suo partito, il Front National è al 30 per cento dei sondaggi in Francia e Marine Le Pen, si candida ad essere l'unica donna in grado di opporsi alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

"La Merkel guida con la frusta la UE e i popoli europei perché questi ultimi hanno dei capi deboli", dice Marine Le Pen a "Chi". "Sembra grande soltanto perché chi ci governa è in ginocchio".

I suoi programmi in politica interna ed estera dividono sia la Francia sia l'Europa.

"E' ora di dire basta con l'Europa", dice  a Chi. "Bisogna sospendere il trattato di Schengen e ogni Paese deve riprendere il controllo delle proprie frontiere.  Bisogna riprendere la sovranità popolare territoriale, legislativa monetaria e finanziaria. Applicare il patto economico di protezionismo e patriottismo economico. E mettere uno stop all'immigrazione".

Le sue posizioni antieuropeiste e contro l'immigrazione l'hanno avvicinata in Italia al leader della Lega Matteo Salvini e a Giorgia Meloni, ma in Francia l'hanno messa a rischio di attentati.

"Non ho paura. vengo protetta come obiettivo a rischio, ma non ho cambiato la mia quotidianità. Ho cominciato a far politica quando il palazzo dove abitavamo è saltato in aria mentre stavamo dormendo, per un chilo di dinamite. Ci vuole altro per spaventarmi. E poi vado a sparare con la pistola nel club di tiro della polizia di Parigi insieme con le mie guardie del corpo. Per la politica ho rinunciato a quasi tutto: alla tranquillità, all'anonimato, a gran parte della vita familiare e agli amici che non vedo più. La politica non si può fare a metà. L'unica cosa alla quale non rinuncio è all'indipendenza. Mio padre (Jean Marie Le Pen, fondatore del Front National) è un uomo che crede nell'indipendenza delle donne per un motivo personale: sua madre è rimasta vedova e lui orfano a 14 anni. Ha dovuto cercarsi un lavoro. Per questo ha detto a me e alle mie sorelle: “Non dipendete mai da un uomo e lavorate"".

Tags:
franciaeliseomarine le pen
in evidenza
Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo

Lato A e B da urlo. LE FOTO

Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.