A- A+
Esteri
maro latorre girone

Una fonte governativa indiana ha detto al Times of India che l'inchiesta sul caso dei due marò italiani, Salvatore Girone e Massimiliano La Torre, accusati di aver ucciso due pescatori indiani durante una operazione antipirateria, potrebbe ripartire da zero a causa di "vizi procedurali" nelle indagini condotte dalla polizia del Kerala. Secondo la fonte, il caso verrà assegnato probabilmente all'Agenzia nazionale di investigazione (Nia). I due marò saranno poi processati dalla Tribunale speciale ad hoc che il governo di Nuova Delhi costituirà su decisione della Corte suprema indiana.

 La fonte governativa ha inoltre detto che le leggi indiane sulla sulla sicurezza marittima e le acque territoriali non sono in conflitto con i trattati o le convenzioni delle Nazioni Unite. Secondo la fonte, la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare non si applica al caso dei marò italiani, "perchè la sparatoria ha avuto luogo entro 20,4 miglia nautiche, ossia all'interno della zona contigua indiana".

Tags:
maròindagini
in evidenza
Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto

Sfilata da sogno e... da ridere

Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto


in vetrina
Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah


motori
BMW accelera nella mobilità elettrica

BMW accelera nella mobilità elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.