A- A+
Esteri
Marò, Massimiliano Latorre operato al cuore

Massimiliano Latorre, ricoverato il 2 gennaio per accertamenti, è stato operato al cuore per un difetto congenito. Il marò, che con il commilitone Salvatore Girone è accusato in India della morte di due pescatori durante un'operazione anti-pirateria nel febbraio 2012, è ricoverato da qualche giorno al Policlinico di San Donato Milanese. Le autorità sanitarie dell'ospedale hanno fatto sapere che questa mattina alle 8,30 il fuciliere di marina è stato sottoposto a intervento chirurgico per la chiusura del PFO (forame ovale pervio), intervento che "ha avuto esito positivo". Latorre è in Italia grazie al permesso di quattro mesi concessogli dalle autorità di New Delhi perché potesse curarsi in Italia dai postumi di un ictus. Permesso che scadrà a mezzanotte del 12 gennaio.

L'intervento è stato eseguito dal dottor Mario Carminati, responsabile di cardiologia pediatrica e delle cardiopatie congenite dell'adulto. La decisione di sottoporre il paziente a tale procedura - si legge in una nota - è stata presa dopo che gli accertamenti diagnostici eseguiti in precedenza non hanno identificato fattori di rischio ricollegabili all'evento ischemico subito dal paziente. Se non, appunto, la presenza di PFO, un'anomalia cardiaca in cui l'atrio destro comunica con l'atrio sinistro, a causa della pervietà del forame ovale, permettendo così il passaggio di una quantità più o meno rilevante di sangue dall'atrio destro all'atrio sinistro.

Tale anomalia è diffusa in una percentuale tra il 15 e il 30% della popolazione normale, senza necessariamente determinare conseguenze clinicamente rilevanti. Tuttavia lo "shunt" destro-sinistro può essere fonte di "embolia paradossa": un trombo presente in atrio destro può, cioè, passare in atrio sinistro ed entrare nella circolazione sistemica. Se tale trombo, anche di piccole dimensioni, entra in un'arteria cerebrale può occluderla causando un'ischemia cerebrale più o meno grave.

La procedura di chiusura del PFO - conclude la nota - è stata eseguita introducendo attraverso la vena femorale un catetere che ha raggiunto l'atrio destro e, attraverso il PFO, l'atrio sinistro. Un dispositivo occlusore (denominato comunemente "ombrellino"), avanzato all'interno del catetere, è stato posizionato a livello del setto interatriale, chiudendo in tal modo la comunicazione tra i due atrii. Il perfetto posizionamento dell'ombrellino è stato verificato sia con i monitor della fluoroscopia che con l'ecocardiogramma transesofageo.

Tags:
marò
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.