A- A+
Esteri
Netanyahu: "L'Iran nucleare una minaccia mondiale"

Il nucleare iraniano rappresenta "una minaccia non solo per lo stato d'Israele e per il popolo israeliano ma anche per la pace nel mondo". Cosi il premier Benjamin Netanyahu nel suo intervento davanti al Congresso degli Stati Uniti. Netanyahu ha puntato il dito contro il "cattivo accordo" al quale si sta lavorando che "spiana la strada alle armi atomiche". Perche' dell'Iran "non ci si puo' fidare", ha avvertito, e non c'e' pericolo piu' grande, "di un connubio tra l'Islam militante e le armi nucleari". Applausi e standing ovation hanno caratterizzato il discorso di Netanyahu, il terzo in Congresso dopo quello del 1996 al suo primo incarico da premier e quello del 2011. Solo lui e Winston Churchill hanno avuto questo onore, sottolineato anche dal busto del primo ministro inglese che lo speaker della Camera John Bohener ha regalato a Netanyahu.

Per gettare acqua sul fuoco delle polemiche che hanno preceduto il discorso per la vicinanza delle elezioni del prossimo 17 marzo in Israele, Netanyahu ha ringraziato il presidente Barack Obama per il supporto ad Isreale e ha indicato come l'alleanza tra i due Paesi "sia sempre stata al di sopra della politica". Cio' non significa, ha spiegato, che "se Israele dovesse rimanere da sola non reagirebbe alla minaccia del nucleare. Ma non sara' cosi' - ha detto - perche' l'America sta con Israele, voi state con Israele". Occorre "essere uniti per fermare la marcia dell'Iran" che supporta il terrorismo e minaccia di "annientare Isreale". E se il regime iraniano "e' vulnerabile" e deve essere messo sotto pressione per arrivare ad un accordo efficace sul nucleare in modo pacifico, le minacce non devono essere sottovalutate perche' il regime iraniano non e' un problema solo degli ebrei come non lo era il nazismo. "Il leader supremo iraniano Khamenei scrive su Twitter che Israele deve essere distrutto - ha osservato Netanyahu - eppure internet non e' libero in Iran". Se Teheran "vuole essere trattato come un Paese normale - ha proseguito - deve agire come un Paese normale, smettendola di minacciare i vicini". Netanyahu ha dunque esortato gli Usa a non farsi ingannare dal comune interesse nella lotta contro Isis. "Il nemico del tuo nemico - ha rincarato - e' tuo nemico".

Tags:
netanyahuiran
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.