A- A+
Esteri
Strage in Nigeria. Quasi cento vittime

Doppio attentato con quasi 100 morti ad Abuja dove in mattinata si sono registrate due esplosioni alla stazione di bus di Nyaya, alla periferia della capitale. "Ci sono decine e decine di vittime" ha detto il portavoce dell'Agenzia di Emergenze nazionali Manzo Ezekiel secondo cui appunto queste potrebbero raggiungere il centinaio. La stazione e' piena di cadaveri a terra e sangue ovunque in quello che viene considerato il primo attacco vicino all capitale negli scorsi due anni. Secondo fonti della polizia i morti confermati sarebbero 71 con 124 feriti. Al momento non c'e' una rivendicazione degli attentati ma si presume che ci sia la mano di Boko Haram che ha gia' sferrato una sanguinosa ondata di attentati nel nord-est del Paese: nel week-end, proprio i sanguinari miliziani islamisti, che puntano a instaurare uno Stato islamico ispirato dalla 'sharia', hanno attaccato due villaggi e causato almeno 68 morti.

Tags:
nigeria
in evidenza
Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto

Sfilata da sogno e... da ridere

Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto


in vetrina
Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah


motori
BMW accelera nella mobilità elettrica

BMW accelera nella mobilità elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.