A- A+
Esteri
Nigeria, fuggite 63 ragazze rapite. Cresce la pressione su Boko Haram

Almeno 63 delle 68 donne e giovani ragazze rapite il mese scorso in una serie di attacchi attribuiti al gruppo islamico Boko Haram nel nord-est della Nigeria sarebbero riuscite a fuggire: lo ha riferito ieri una fonte della sicurezza di Maiduguri, che ha preferito restare anonima, spiegando che la fuga avrebbe avuto luogo nella giornata di venerdì scorso.

Da parte sua, un rappresentante delle milizie dello stato di Borno, Abbas Gava, ha confermato l'informazione: "ho ricevuto l'allerta da parte dei miei colleghi della regione di Damboa sul fatto che 63 donne e giovani ragazze che erano state rapite sono riuscite a tornare a casa".

"Hanno compiuto questo gesto coraggioso mentre i loro rapitori si sono assentati per condurre a termine un'operazione", ha aggiunto Gava.

Sono purtroppo ancora nelle mani di Boko Haram altre 219 liceali rapite ad aprile. Le operazioni dell'esercito finora non hanno portato alla liberazione delle giovani. Il loro rapimento ha scatenato viva commozione in tutto il mondo, dando vita alla campagna #bringbackourgirls, che ha visto come 'testimonial' anche Michelle Obama.

Tags:
nigeria
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.