A- A+
Esteri
Nord Corea mostra i muscoli nella parata: nuovi missili e ansia test nucleare

La Corea del Nord celebra oggi il padre fondatore del Paese, Kim Il-Sung, con una grande parata militare nella piazza centrale di Pyongyang, mentre la tensione cresce sul regime guidato dal nipote, Kim Jong-Un, e sui suoi piani nucleari e missilistici. Molti analisti danno per imminente un nuovo test nucleare nord-coreano, che sarebbe il sesto dal 2006, e per giorni hanno indicato nella data di oggi uno dei momenti piu' probabili per l'esperimento, non avvenuto. Nel calendario di Pyongyang ci sono, pero', altre date sensibili, a cominciare dal 25 aprile, anniversario della fondazione dell'esercito, che continuano a destare preoccupazioni. "C'e' la possibilita' che in quelle occasioni il Paese possa passare all'azione", ha affermato oggi il ministro degli Esteri di Tokyo, Fumio Kishida, che ha poi avvertito che Tokyo deve essere pronta a prendere "varie contromisure". Le armi mostrate in parata rivelano gli avanzamenti tecnologici di Pyongyang. Sulla piazza Kim Il-Sung di Pyongyang sono sfilati i missili balistici e i razzi balistici sottomarini, che possono colpire un bersaglio a mille chilometri di distanza.

Secondo gli osservatori sud-coreani, la Corea del Nord avrebbe mostrato oggi anche nuovi missili balistici intercontinentali di dimensioni superiori ai Kn-08 e ai Kn-14 di cui era nota l'appartenenza all'arsenale di Pyongyang. Durante la parata sono stati mostrati anche i Kn-06 terra-aria e i Pukguksong-2, i missili balistici a raggio intermedio utilizzati per i test missilistici di febbraio scorso, che hanno pesantemente irritato la comunita' internazionale e contribuito a innalzare di nuovo il livello di tensione nella penisola coreana.



Nord Corea: mostra i muscoli nella parata, le armi di Pyonyang



La giornata di ieri ha segnato il picco di un escalation cominciata il mese scorso, con gli ultimi test missilistici nord-coreani e la visita in Asia orientale del segretario di Stato Usa, Rex Tilllerson, che aveva al centro i colloqui con i leader di Giappone, Corea del Sud e Cina sul contenimento della minaccia nord-coreana. Gli Stati Uniti hanno dichiarato che, per fermare i piani di Pyongyang, "tutte le opzioni sono sul tavolo", compresa quella militare, e domenica scorsa hanno inviato nelle acque del Pacifico occidentale, vicino alle coste nord-coreane, una flotta di navi da guerra capeggiate dalla portaerei Uss Carl Vinson. Pyongyang ha risposto con durezza agli avvertimenti di Washington e ieri il vice ministro degli Esteri del regime, Han Song-Ryol, ha dichiarato che la Corea del Nord e' pronta a rispondere a un attacco degli Stati Uniti. Piu' tardi, nel corso della giornata, una nota dell'esercito diffusa dall'agenzia di stampa nord-coreana Korean Central News Agency (Kcna) ha avvertito che la risposta di Pyongyang in caso di aggressione statunitense sara' "durissima" e "senza pieta'". Pechino vuole evitare tensioni eccessive nella penisola e si oppone ufficialmente al programma nucleare nord-coreano, ma teme che la situazione finisca fuori controllo. Ieri, il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, aveva inviato un messaggio dai toni forti, inusuali nel linguaggio politico di Pechino, arrivando a dichiarare che un conflitto in Corea del Nord puo' scoppiare "in qualsiasi momento" e che "non ci saranno vincitori" nel caso di una guerra. Il Global Times si chiede oggi se la super-bomba sganciata sull'Afghanistan dagli Stati Uniti per colpire postazioni dell'Isis possa avere spaventato Pyongyang. La Corea del Nord, scrive il tabloid cinese, "deve avere avvertito l'onda d'urto viaggiare dall'Afghanistan. Sarebbe bello se la bomba potesse spaventare Pyongyang, ma il suo impatto effettivo potrebbe essere l'opposto". Il quotidiano cinese invia, poi, un messaggio al presidente degli Stati Uniti. "Si e' ampiamente speculato sulla possibilita' che la Corea del Nord si stesse preparando per il suo sesto test nucleare e il suo leader Kim Jong-Un stesse valutando le opzioni", prosegue il tabloid cinese. "Il messaggio mandato dagli Stati Uniti non aiuta Pyongyang a prendere decisioni ragionevoli". Gli Stati Uniti, conclude il Global Times, "sembrano godere del privilegio di fare qualsiasi cosa gli vada. Al mondo, questo porta piu' pericolo che sicurezza".



NordCorea: Pyongyang, pronti a rispondere con guerra totale



La Corea del Nord e' pronta a rispondere a qualsiasi attacco nucleare con un attacco dello stesso tipo, "a una guerra totale con una guerra totale". Lo ha assicurato Choe Ryong-Hae, il piu' potente ufficiale di Pyongyang, rampollo di una storica famiglia da sempre considerata vicina alla dinastia regnante. Ryong-Hae, considerato secondo solo al leader Kim Jong-un, ha assicurato che il Paese e' pronto ad affrontare qualsiasi minaccia proveniente dagli Usa.



NordCorea: Cina chiede aiuto a Mosca per allentare tensione



La Cina ha chiesto aiuto alla Russia per allentare la tensione nella penisola coreana dopo lo scambio di minacce tra Usa e Corea del Nord. Il ministro degli Esteri Wang Yi ha telefonato al colegga russo Serghei Lavrov, sottolineando che l'obiettivo e' "riportare le parti parti al tavolo del negoziato". Lo riferisce il ministero degli Esteri cinese sul suo sito web. La Cina auspica una "cooperazione con la Russia per contribuire ad allentare la tensione nella penisola il piu' rapidamente possibile e incoraggiare le parti a riprendere il dialogo", ha detto Wang a Lavrov, aggiungendo che "impedire la guerra e il caos nella penisola e un interesse comune".

Tags:
nord coreapyonyangkim jong unguerra nordcorea stati unitiarmi nordcoreacorea del nord
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.