A- A+
Esteri
M.O./ A Gaza muore un bimbo di dieci anni

Gli attacchi sono ripresi in Medio Oriente a conclusione di una tregua non prolungata e che l’Egitto chiede di rinnovare. Israele risponde di nuovo al lancio di razzi con bombardamenti sulla Striscia di Gaza, aggravando un bilancio di quasi duemila palestinesi rimasti uccisi dall’inizio dell’offensiva, l’8 luglio.

In un raid aereo è morto un bambino di dieci anni e – hanno aggiunto fonti palestinesi – almeno cinque persone sono rimaste ferite e sono state trasportate in ospedale.

Molti residenti di Gaza hanno lasciato casa e hanno trovato rifugio nelle scuole gestite dalle Nazioni Unite. “Non ho paura – dice una donna -. Ho paura di tornare a casa, ma qui mi sento sicura, anche se gli israeliani hanno bombardato posti vicino alla scuola”.

Come ogni venerdì, i fedeli si sono dati appuntamento per la preghiera nei pressi di una moschea di recente distrutta da un’incursione aerea israeliana. Le ostilità sono riprese allo scadere di un cessate il fuoco durato 72 ore, che non è chiaro si possa tradurre in una tregua duratura.

Tags:
medio orientegazarazzitregua
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.