A- A+
Esteri


È ormai un caso diplomatico quello attorno ai lavori di ampliamento del canale di Panama. Il consorzio di aziende belghe, spagnole, e dell’italiana Impregilo, ha preteso un aumento di oltre miliardo di euro per rispettare la commessa.

Il pool di imprese chiede che dell’aumento dei costi se ne faccia carico lo stato panamense altrimenti fermerà i lavori d’ampliamento fra tre settimane. Il presidente Martinelli andrà a Madrid e Roma perché facciano pressione sulle loro aziende: “È un’opera per l’umanità. C‘è un contratto firmato e non si possono aumentare i costi in questo modo”.

I lavori per un terzo canale di passaggio sarebbero dovuti terminare nell’ottobre di quest’anno per celebrare i 100 anni dell’opera.

L’autorità del canale ha comunque dato alle aziende la disponibilità a discutere, ma non certo su queste basi economiche. Già nel 2009 la gara d’appalto venne criticata da alcuni gruppi statunitensi che misero all’indice i prezzi troppo bassi che non sarebbero stati nemmeno in grado di coprire i costi dei materiali. Costi che sarebbero certamente esplosi, come è poi accaduto.

Tags:
panama
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.