A- A+
Esteri
Penny Mordaunt favorita per il dopo Johnson. Ma inciampa sulle persone trans

La viceministra Mordaunt favorita per il dopo Boris, ma inciampa sulle persone trans

"Gli uomini trans sono uomini, le donne trans sono donne". Questa frase, pronunciata nel 2018 in parlamento, potrebbe costare Downing Street a Penny Mordaunt. L'attuale viceministra del Commercio del Regno Unito appare la favorita per raccogliere l'eredità del dimissionario Boris Johnson e diventare prossima premier a Londra. Ma ora una polemica su queste frasi di 4 anni fa rischia di avere un impatto sulla sua ascesa che sembra, sondaggi alla mano, difficilmente fermabile.

La sua frase sulle persone transessuali è un problema visto che per i Tories si tratta di un argomento tabù e l'autodeterminazione dell'identità sessuale non è un'opzione. Come spiega il Corriere della Sera, "nei giorni scorsi la Mordaunt ha provato a fare marcia indietro: «Una donna come me non ha un pisello», ha detto citando un intraducibile gioco di parole di Margaret Thatcher. Affermazione che ai più potrebbe apparire scontata, ma non ai sostenitori dei diritti trans, secondo i quali anche chi ha un pene può essere una donna, se si identifica come tale. «Io sono biologicamente una donna — ha continuato Penny —. Alcune persone nate maschi e che sono passate attraverso un processo di riconoscimento di genere sono anche legalmente donne. Questo NON significa che sono donne biologiche, come me»".

Come spiega il Corriere della Sera, l'inversione a U "ha soltanto agitato le acque, perché Penny si è vista accusata di ambiguità: infatti è emerso un documento che suggerisce che lei, quando era sottosegretaria all’eguaglianza, aveva appoggiato una legislazione controversa - poi abbandonata - che avrebbe autorizzato l’auto-identificazione di genere a prescindere da un parere medico. E la Mordaunt si sarebbe opposta anche all’introduzione delle parole «donna» e «madre» a proposito di donne incinte".

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    boris johnsonpenny mordaunt





    in evidenza
    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    Guarda le immagini

    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    
    in vetrina
    Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve

    Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve


    motori
    Alfa Romeo, dal DTM alle Super 2000 in scena al Museo Alfa di Arese

    Alfa Romeo, dal DTM alle Super 2000 in scena al Museo Alfa di Arese

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.