A- A+
Esteri

La Russia porta a casa i primi dividendi del sostegno al regime di Bashar Assad in quasi tre anni di guerra civile ed oltre 126.000 vittime. Damasco ha firmato un accordo per concedere ad una societa russa l'esclusiva per 25 anni dello sfruttamento del primo giacimento off-shore di gas e petrolio siriano. L'accordo e' stato siglato dal ministro del Petrolio siriano, Suleiman Abbas, dalla societa' statale locale, la General Petroleum e dalla russa Soyuzneftegaz. L'intesa concede ai russi la possibilita' di operare in un'area di 2.190 km/q nelle acque del Mediterraneo a largo delle coste siriane. Il costo di esplorazione, stimato in 100 milioni, e' a carico della Russia. Colpita duramente dalla sanzioni internazionali, le estrazione di greggio siriane sono crollate del 90% dall'inizio del conflitto a meta' marzo del 2011. Quasi dimezzata la produzione di gas scesa a 16,7 milioni di metri cubi al giorno dai 30 milioni precedenti.

Tags:
damascorussia
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.