A- A+
Esteri
Praga, 70 mila in piazza contro la Nato e le sanzioni a Mosca

A Praga 70 mila in piazza contro la Nato e le sanzioni a Mosca

Circa 70mila persone (dati della polizia) hanno chiesto a Praga le dimissioni del governo conservatore ceco, accusandolo di sottomissione all'Unione Europea, e hanno protestato contro la Nato e le sanzioni imposte Russia per la sua invasione dell'Ucraina.

I manifestanti, chiamati dai partiti di opposizione e da altre organizzazioni, hanno chiesto la neutralità nella guerra in Ucraina, dove l'Esecutivo di Praga ha adottato una chiara posizione di sostegno politico e militare a Kiev.

Sul podio della centralissima piazza Venceslao, nella capitale, si sono avvicendati rappresentanti di formazioni extraparlamentari comuniste, euroscettici e ultranazionalisti. Tra i relatori, c'era chi ha chiesto di "liberarsi dalla sottomissione politica all'Ue, all'Organizzazione Mondiale della Sanità e all'Onu".

I manifestanti, riuniti sotto lo slogan "Repubblica Ceca Prima", hanno protestato anche contro la Nato, di cui il Paese è membro, e chiesto la fine delle sanzioni imposte dall'Ue a Mosca per la sua aggressione all'Ucraina; e sollecitato forniture di gas a basso costo dalla Russia, protestando contro i prezzi elevati dell'energia.

La Repubblica Ceca ha la presidenza di turno dell'Ue e il prossimo vertice dei leader si terrà proprio a Praga il 6-7 ottobre. Il premier, Petr Fiala, ha ricordato in Parlamento, rispondendo a una mozione di sfiducia venerdì, che la Repubblica Ceca ha concesso i visti a circa 410.000 ucraini fuggiti dalla guerra, di cui oltre 100.000 sono integrati nel mercato del lavoro.

Fiala ha definito la manifestazione "filo-russa" e ha detto che fa parte di una campagna di disinformazione: la marcia, ha aggiunto il leader conservatore, e' stata organizzata da forze "di orientamento filorusso, vicine all'estremismo e contrarie agli interessi della Repubblica ceca". "Questi slogan e l'interpretazione dei fatti coincidono con la posizione russa e, a mio avviso, non corrispondono agli interessi della Repubblica Ceca". 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    natopragasanzioni





    in evidenza
    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    MediaTech

    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.