A- A+
Esteri
Arrestate due Pussy Riot a Sochi. Luxuria è ripartita per l'Italia


Le due Pussy Riot, Nadia Tolokonnikova e Maria Aliokhina, sono state fermate a Sochi da polizia e agenti dell'Fsb. Lo rende noto su Twitter il collettivo artistico Voina, legato alle due attiviste. Insieme a loro, si legge nel tweet, sono stati fermati anche anche sette persone, tra cui giornalisti. Dal suo account, Nadia ha spiegato che insieme a Maria e a un'altra delle Pussy Riot, si trovavano a Sochi per condurre una nuova azione di protesta del gruppo punk femminista: "La canzone chiamata 'Putin ti insegnera' ad amare la patria".

"Al momento dell'arresto - ha specificato Nadia - non stavamo conducendo alcuna azione". Secondo ipotesi che circolano su internet, si tratterebbe di un "arresto preventivo", per evitare che le ragazze mettessero in scena la pianificata protesta. Voina ha spiegato che le Pussy Riot e altri attivisti si trovano a Sochi - dove sono in corso le Olimpiadi invernali -  "per registrare un film musicale", dal titolo appunto "Putin ti insegnera' ad amare la patria".

Le Pussy Riot sono diventate celebri per la performance messa in scena nel febbraio 2012 nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca e costata a Nadia e Maria quasi due anni di detenzione per "teppismo motivato da odio religioso". Nel video musicale poi messo in rete, le ragazze con l'ormai inconfondibile passamontagna colorato chiedevano alla Vergine Maria di liberare la Russia da Putin. A dicembre, le due ragazze sono state scarcerate grazie all'amnistia voluta dal Cremlino, ma che loro stesse hanno definito una "farsa".

Sempre secondo i tweet di Nadia, le ragazze erano gia' state sottoposte a diversi controlli negli ultimi giorni: "Il 16 (febbraio) siamo state trattenute per sette ore, il 17 (febbraio) abbiamo trascorso 10 ore all'Fsb e oggi ci troviamo nel cellulare della polizia, accusate di furto!". Qualcuno su Twitter ha commentato: "Le Pussy Riot hanno rubato l'onore e la dignita' di Putin".

Vladimir Luxuria è ripartita senza ulteriori contrattempi verso l'Italia dall'aeroporto di Adler, con un volo con scalo a Francoforte. La transgender, ex deputata di Rifondazione Comunista e attivista per i diritti civili, e' stata 'scortata' da un funzionario della Farnesina dopo essere stata dichiarata ieri dalle autorita' locali 'persona non gradita' in seguito all'espulsione, con tanto di ritiro del pass, dal Parco Olimpico in seguito alla sfilata provocatoria con vestito da Drag Queen e allo slogan 'Gay is ok', contro le leggi omofobe del Cremlino, recitato in russo in favore delle telecamere.
 

Tags:
sochipussy riot
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.