A- A+
Esteri
Russia, così Cina e India salvano Putin dalle sanzioni: i dati sul petrolio

Cina e India, i numeri dell'aumento delle importazioni di petrolio da Mosca

Undici milioni di tonnellate di petrolio in più. E nove miliardi di dollari in più. Sono i numeri che rendono manifesto l'aiuto che la Russia sta ricevendo da Cina e India sul fronte delle esportazioni energetiche e che fanno riferimento all'aumento di importazioni e spese sul petrolio da parte di Cina e India dalla Russia nel secondo trimestre del 2022, dopo l'inizio della guerra in Ucraina. Numeri che, rivelati da un'analisi del Financial Times condotta sulla base delle statistiche doganali cinesi e indiane, comunicano che Mosca sta attutendo ampiamente i colpi delle sanzioni occidentali (che peraltro non colpiscono l'energia) e sta progressivamente sostituendo l'Europa con Pechino e Nuova Delhi.

La Cina, già importante acquirente di greggio russo prima della guerra, ha acquistato 2 milioni di barili al giorno a maggio, con un aumento di 0,2-0,4 milioni al giorno rispetto a gennaio e febbraio. L'evidenza dell'aumento delle spedizioni verso l'India e la Cina arriva in un momento in cui gli Stati Uniti stanno spingendo gli importatori di petrolio russo, tra cui Nuova Delhi, ad unirsi al G7 nel sostenere un tetto ai prezzi per limitare le entrate di Mosca.

Richiesta rimasta inevasa. In molti ritengono che Cina e India non siano guidate da un desiderio consapevole di aiutare Vladimir Putin, ma che si stiano muovendo in tale direzione in modo "pragmatico" per perseguire i loro interessi visti i prezzi scontati offerti dal Cremlino verso i partner asiatici. Ma, ovviamente, crea di fatto un flusso di denaro che aiuta il Cremlino quando le esportazioni verso l'Europa vengono tagliate.

Soprattutto per l'India aumenti da record, ma gli Usa chiudono un occhio perché si illudono di poter "arruolare" Delhi

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cinaindiarussiasanzioni





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.