A- A+
Esteri
Russia/ Condannato Navalny, l'oppositore numero uno di Putin

Ancora una condanna in Russia su cui si allunga la mano di Vladimir Putin. Il blogger e leader dell'opposizione russa Alexej Navalny, considerato l'oppositore numero uno del Cremlino, è stato riconosciuto colpevole di corruzione e condannato a 3 anni e mezzo di carcere con sospensione della pena. Il fratello Oleg, imputato nello stesso processo, ha ricevuto la stessa condanna e dovrà scontare la pena.

I due fratelli sono stati condannati perché, secondo la tesi dell'accusa, hanno frodato due aziende francesi, una delle quali è una filiale del gigante dei cosmetici Yves Rocher, di una somma pari a 30 milioni di rubli (526mila dollari).

Navalny, che  ha invitato i russi a scendere in piazza contro Putin, ha sempre rifiutato ogni addebito e definito le accuse mosse contro di lui e il fratello politicamente motivate. La sentenza avrebbe dovuto essere annunciata a metà gennaio ma il tribunale ha deciso di anticiparla ad oggi dopo che i sostenitori di Navalny avevano programmato una grande manifestazione di protesta per il 15 gennaio. "Il regime di Putin deve essere distrutto, non ha diritto di esistere" ha affermato il blogger.

 

 

Tags:
russianavalnyputin
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.