A- A+
Esteri
Putin vende missili all'Iran contro gli Usa


E' tornata la Guerra Fredda. Non ci sono più dubbi. La Russia, dopo che "gli Stati Uniti - spiegano dell'entourage di Putin - sono stati i registi della rivolta di Kiev nel 2013 e hanno guidato il fronte duro delle sanzioni contro Mosca sull'Ucraina", non si sentono più vincolate alle promesse fatte sulla crisi nucleare iraniana. Il Cremlino ha infatti offerto a Teheran le batterie missilistiche anti-aeree più moderne, migliori delle già letali S-300 che nel 2010 non consegnarono alla Repubblica Islamica nonostante avessero firmato un contratto, per cui pagarono una penale di quasi 1 miliardo di dollari.

Il capo della conglomerata russa Rostec, Sergei Chemezov, ha annunciato di aver offerto a Teheran le batterie missilistiche più moderne a loro disposizione: il sistema Antey-2500. Teheran, che aveva già acquistato gli S-300, tranne poi vederseli negare da Mosca, sta valutando l'offerta. Se già gli S-300 avrebbero reso un suicidio un eventuale raid aereo Usa o anche solo israeliano contro le installazioni nucleari degli ayatollah, gli Antey-2500 trasformerebbero i piloti in kamikaze consapevoli.

Tags:
russiausaucrainairan
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion

Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.