A- A+
Esteri
Salvini (Lega): non pagare per liberare Greta e Vanessa


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Se a Palazzo Chigi ci fosse Matteo Salvini il governo italiano pagherebbe per la liberazione di Greta e Vanesse, le due cooperanti italiane rapite in Siria? "No. Non si pagano i terroristi che poi magari vengono a metterci le bombe a casa nostra. Non si finanziano i terroristi che possono massacrare centinaia di vite", afferma ad Affaritaliani.it il segretario federale della Lega Nord e leader di NoiConSalvini. "Si tratti in maniera diversa", spiega Salvini. "Spero che Greta e Vanessa tornino a casa sane e salve, però chi va a fare certe cose in certi luoghi sa che rischia. Evidentemente fare volontariato a casa è più sicuro che farlo in zone di guerra".

L'Italia dovrebbe pagare per la liberazione di Greta e Vanessa, le due cooperanti rapite in Siria? "Risposta semplice e chiara: no", afferma ad Affaritaliani.it l'eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio. "No in linea generale perché non si finanzia il terrorismo. Ma no anche in particolare in questo caso perché, con tutto il rispetto per le persone e per le famiglie, non si può negare che le due ragazze se la siano andata a cercare. I buonisti di turno tengano conto queste persone, a quanto risulta, se la sono proprio andata a cercare".

La Farnesina ha ribadito l'esigenza di mantenere il "massimo riserbo" sul caso delle due volontarie italiane rapite in Siria. "Continuiamo a lavorare", hanno assicurato fonti diplomatiche dopo la pubblicazione di un video su youtube che mostra Vanessa Marzullo e Greta Ramelli.

Tags:
salvinigretavanessa
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.