A- A+
Esteri
Francia, scoppia il caso dei sarko-leaks. Svelata l'intimità di Carla Bruni. Foto


In Francia, almeno per oggi è l'apertura dei giornali, in testa alla crisi in Ucraina: sono i 'sarko-leaks', centinaia di ore di registrazione di incontri e conversazioni private dell'allora presidente della repubblica francese, Nicolas Sarkozy, captate da un suo collaboratore. Le trascrizioni di alcune delle registrazioni sono state pubblicate stamane dalla rivista satirica Le Canard Enchaine e dal sito web Atlantico. In una delle conversazioni pubblicate oggi, un dialogo registrato a La Lanterne di Versailles, una delle residenze della presidenza francese, il 26 febbraio 2011, la Bruni partecipa a una riunione che precede un rimpasto di governo e Sarkozy dice che nella loro coppia "l'uomo e' lei".

Per ora non c'e' nulla di imbarazzante per Sarkozy e nulla che possa ostacolare le sue speranze di tornare all'Eliseo, nel 2017; ma la novita' odierna sembra destinata ad aprire la stura a uno stillicidio di rivelazioni che si dipaneranno nelle prossime settimane. Per adesso le rivelazioni hanno messo in subbuglio il mondo politico francese: molti chiedono un'inchiesta parlamentare, altri si interrogano sul tradimento di Patrick Buisson, il consigliere politico che ha fatto le registrazioni; altri, come Nouvel Observateur ipotizzano che i frammenti "riveleranno il vero volto del sarkozismo al potere, dal disprezzo per la gente all'amore per il denaro". "C'e' n'e' abbastanza per farvi cadere dalla sedia", ha detto l'ex premier, Jean-Pierre Raffarin; e un altro ex primo ministro, Francois Fillon, ha liquidato la vicenda come "ripugnante".

Secondo Henry Guaino, uno dei piu' stretti alleati di Sarkozy, l'ex presidente e' furente e si "sente tradito, anche piu' di me, perche' Buisson l'aveva scelto lui. Sarkozy Pensava che la loro relazione fosse basata, se non sull'amicizia, almeno sulla fiducia. E' davvero un tradimento, per noi un'esperienza simile a uno stupro".

Buisson, 64 anni, e' un ex storico e giornalista, attualmente indagato da un pubblico ministero per il sospetto che abbia concesso contratti, senza la regolare gara d'appalto, a una societa' di sua proprieta' perche' conducesse sondaggi elettorali. Secondo Le Canard e Atlantico, alcune registrazioni sono state fatte nelle auto ufficiali di Sarkozy, altre nella sua residenza privata. In un comunicato, l'avvocato di Buisson ha confermato che le registrazioni sono state fatte dal suo assistito, ma per ragioni professionali, perche' egli avesse in mano una traccia registrata delle conversazioni con il suo capo. Non e' chiaro come le registrazioni siano arrivate ai media: secondo l'avvocato, la gran parte sono state distrutte e quelle rese pubbliche sono state rubate.
 

Tags:
sarkozy
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.