A- A+
Esteri

 

 

Il professor Ugo Biheller replica al direttore di Affari: "Il suo editoriale sulla Siria è completamente sbagliato". L'intervista a mons. Nazaro contro la guerra: “L’Occidente ha armato al-Assad”

 

 

 

Di Angelo Maria Perrino

 

E' sbagliato e spesso improduttivo, in principio, rispondere alla violenza con la violenza, alle armi con le armi. Ma si può restare indifferenti al crimine siriano del 21 agosto? L'uso di armi chimiche a Damasco contro gli oppositori nel cuore di una guerra civile, da parte del regime, non può restare senza una risposta da parte della comunità internazionale. Non ci si può rifugiare dietro uno pseudo-realismo e minimizzare la portata senza precedenti del gesto di Bashar Al-Assad. E' vero che già erano stati lanciati dei missili Scud contro la popolazione. Come è pur vero che si contano già 100 mila morti in due anni di conflitto che hanno reso inutili tutti gli sforzi diplomatici.

Ma quel che accade ora in Siria supera largamente il conflitto locale e gli stessi confini del Medio Oriente: l'uso di armi di distruzione di massa significa che un limite è stato violato. E che i Paesi occidentali, che avevano a più riprese definito quello dell'uso della chimica come un confine invalicabile, non possono ora far finta di nulla pena la perdita di ogni credibilità per loro stessi e per l'intera comunità civile internazionale, che sin dal 1993 ne ha decretato l'assoluto divieto.

Non reagire significherebbe aprire la strada a tutti i fanatismi e a tutti i tiranni, a partire dall'Iran e dalla Corea del Nord. Una deriva che i popoli civili non possono permettere, in nome dei diritti dell'umanità.

Tags:
siriaarmi chimiche
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.