A- A+
Esteri

Il rapporto degli ispettori Onu sull'attacco del 21 agosto scorso nel sobborgo di Ghouta ad est di Damasco evidenzia che "l'85% dei campioni di sangue prelevati sono risultati positivi al (letale gas nervino) sarin. Prelievi di tessuti - si legge nel testo - da 34 dei 36 persone ricoverate hanno mostrato tracce di veleno. Quasi tutti sono risultati positivi al sarin". Gli ispettori hanno anche "esaminato i (resti dei) missili superficie-superficie", che hanno colpito l'area, "e nella maggioranza dei frammenti e' stato trovato sarin". Per questo gli ispettori concludono che sono state raccolte "prove convincenti che razzi superficie-superficie contenenti gan nervino sarin sono stati usate nelle aree di Ein Tarma, Moadamyah e Zalmaika a Ghouta", il 21 agosto scorso.

Il rapporto ribadisce che quello del 21 agosto scorso in Siria e' stato "un crimine di guerra e una grave violazione del Protocollo 1925 e di altre regole internazionale. "La comunita' internazionale - si legge - ha ora la responsabilita' di punire i responsabili e di assicurare che le armi chimiche non riemergano come strumento di guerra". Il rapporto accoglie con soddisfazione l'ingresso della Siria nella Convenzione per la proibizione di armi chimiche ma ribadisce che la situazione sara' monitorata severamente nella speranza che il Consiglio di Sicurezza e l'Opcw possano andare avanti nell'attuazione del piano. Parlando della situazione umanitaria il rapporto sottolinea che questa "e' disperata" e sollecito tutte le parti a trovare una soluzione "durevole" sedendosi a un tavolo negoziale.

 

OBAMA: ACCORDO PUO' PORRE FINE MINACCIA ARMI CHIMICHE - Barack Obama torna a commentare l'accordo russo-statunitense sul disarmo chimico siriano, sottolineando che l'intesa raggiunta sabato a Ginevra "puo' riuscire a porre fine alla minaccia delle armi chimiche in Siria".

BAN KI-MOON: "CRIMINE DI GUERRA" - L'attacco con il gas sarin il 21 agosto scorso nel sobborgo di Ghouta ad est di Damasco, che ha causato oltre 1.400 morti, e' stato "un crimine di guerra". Lo ha dichiarato il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon illustrando il rapporto degli ispettori Onu al Consiglio di Sicurezza. Ban ha chiesto che vengano minacciate sanzioni a sostegno del piano russo-statunitense firmato a Ginevra sabato per la distruzione dell'arsenale chimico di Assad. Lo riferiscono fonti diplomatiche presenti alla riunione a porte chiuse del Consiglio di Sicurezza.

Tags:
usasarinonusiria
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.