A- A+
Esteri
Strage nei sobborghi di Gaza City: almeno 60 morti, 17 bambini

Strage a Gaza City. Le forze armate israeliane intensificano l'offensiva terrestre sulla Striscia; il tredicesimo giorno dell'operazione "Margine protettivo" inizia con nuovi raid, nuovi tiri di artiglieria, nuovi combattimenti. E nuove vittime: almeno 60 tra i palestinesi e due tra i militari israeliani. Un intero quartiere spazzato via dalle bombe: i 50 corpi di palestinesi recuperati finora dai soccorritori sono tutti  nel sobborgo Sajaya, a est di Gaza. Lo riporta Haaretz. L'esercito israeliano comunica invece che sarebbero 13 i soldati israeliani uccisi oggi in un attacco dei miliziani a Gaza.

Secondo il ministero della Salute di Gaza tra le vittime ci sono 17 bambini e 14 donne. Centinaia i feriti. Centinaia anche i residenti nel panico che sono fuggiti dal quartiere. Dopo l'alba decine di feriti provenienti da Sajaya sono stati trasportati nell'ospedale Shifa di Gaza. Genitori portavano bambini colpiti da frammenti, e le sale di pronto soccorso si sono rapidamente riempite, costringendo i medici a curare alcuni pazienti su materassi nei corridoi. "Si è aperta la porta dell'inferno, e i frammenti di proiettili sono arrivati attraverso le finestre", ha raccontato al telefono Jawad Hassanain, residente di Sajaya. "La casa ha tremato, così ho preso mia madre, i miei figli e mio fratello, e abbiamo cercato rifugio in un palazzo vicino".

Fra le vittime, anche un addetto all'ambulanza e un giovane giornalista, Khalid Hamad. Nei giorni scorsi, l'esercito israeliano aveva invitato la popolazione di quei quartieri ad abbandonare l'area. Secondo l'agenzia per i rifugiati dell'Onu, i rifugiati sono 62.000. Hamas ha richiesto ad Israele un cessate il fuoco di due ore per ragioni umanitarie, e lo Stato ebraico ha accettato ma dopo appena un'ora le Brigate Ezzedin al-Qassam hanno ricominciato a sparare e la tregua è saltata.

Le Brigate Ezzedin al-Qassam hanno lanciato ancora missili, provocando lo sgombero di alcuni quartieri a nord di Tel Aviv, panico nelle città costiere di Ashdod e di Ashqelon. L'esercito israeliano ha reso noto che altri due soldati, di 20 e 21 anni, hanno perso la vita negli scontri. Il numero dei caduti tra gli effettivi di Tsahal sale così a cinque, con cinquanta militari feriti di cui due in gravi condizioni. La dirigenza di Hamas parla di 15 soldati uccisi soltanto nelle ultime ore.

Le autorità dello Stato ebraico sono in ogni caso determinate a portare avanti l'offensiva. "Ora la fase terrestre dell'operazione 'Margine protettivo' si estende, con forze supplementari per combattere il terrorismo nella striscia di Gaza e stabilire una realtà che garantisca agli israeliani di vivere in sicurezza", si legge in un comunicato delle Forze di difesa (Idf). In questa situazione il conflitto rischia di estendersi. Ieri sera rivolte di giovani arabi sono scoppiate in diversi quartieri di Gerusalemme Est: manifestanti con il volto coperto hanno lanciato molotov e pietre contro la polizia che ha reagito con "misure idonee a disperdere la folla".

Tags:
gazastrage
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.