A- A+
Esteri
Dominique Strauss Kahn LP 001

"Un carnaio con tanti materassi sul pavimento". Così i testimoni hanno descritto i festini a cui partecipava l'ex direttore Fondo Monetario internazionale, Dominique Strauss-Kahn, rinviato a giudizio il mese scorso dal giudice istruttore di Lille per sfruttamento aggravato della prostituzione nel cosiddetto 'affair Carlton'. L'ex direttore dell'Fmi si è sempre difeso sostenendo di non sapere che le donne presenti alle feste fossero prostitute e di non averle mai pagate.

Tuttavia, dalle testimonianze raccolte dai magistrati tra le prostitute, e riportate nei documenti processuali pubblicati oggi da Le Figaro, emerge invece che "l'insieme delle persone presenti non potevano non sapere" che le donne venivano remunerate. I testimoni hanno quindi raccontato di festini come una forma di "consumo sessuale" o "un carnaio con tanti materassi sul pavimento". I magistrati sottolineano quindi che non si tratta solo di una questione di "libertinaggio", ma di "bordello e di prestazioni a comando". Una convinzione rafforzata dallo squilibrio, insolito negli ambienti libertini, tra il numero di uomini e quello delle donne e dalla brutalità, riferita da alcuni testimoni, di Dominique Strauss-Kahn nei suoi rapporti con alcune prostitute. "Tutti questi elementi permettono di accreditare la tesi che la sua ignoranza sia solo una linea di difesa", concludono i magistrati.

Nei documenti, l'ex direttore dell'Fmi viene quindi definito il "re della festa", che "si occupava della programmazione delle feste, che venivano organizzate in funzione della sua agenda". Strauss-Kahn rischia fino a 10 anni di prigione e una multa di 1,5 milione di euro.
 

Tags:
strauss-kahncarlton
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.