BANNER

E' in corso una rivolta in Thailandia dove manifestanti dell'opposizione hanno di nuovo assalito diversi edifici governativi a Bangkok. "Abbiamo dovuto abbandonare i nostri uffici, ci hanno tagliato acqua e luce", ha detto il ministro dello Sport e del turismo, Somsak Pureesrisak. Sono stati circondati, tra gli altri, il ministero dell'Interno, e quelli degli Esteri e delle Finanze. I manifestanti hanno dato ai funzionari che vi lavorano un'ora di tempo per evacuarli. Obiettivo dei dimostranti e' quello di costringere il premier e ministro della Difesa, signora Yingluck Shinawatra, prima donna alla guida dell'esecutivo nella storia nazionale, a rassegnare le dimissioni.

Suo fratello e' il controverso magnate Thaksin Shinawatra, a sua volta primo ministro dal 2001 al 2006, quando fu destituito con un colpo di stato militare. Riparato all'estero, vive attualmente esiliato a Dubai: i suoi detrattori sostengono che continui a governare 'per procura' attraverso la sorella, leader del partito 'Pheu Thai' che stravinse le elezioni parlamentari del luglio 2011. Le nuove contestazioni sono dilagate a partire dal mese scorso, e sono state provocate da una proposta di amnistia, peraltro poi revocata, che avrebbe permesso a Thaksin di rientrare in patria senza dover scontare una condanna a due anni di carcere per corruzione, inflittagli nel 2008.

 Lunedì il premier thailandese aveva proclamato lo stato d'emergenza nella capitale e poi assicurato che contro i manifestanti, per lo piu' appartenenti al Partito democratico all'opposizione, non sara' usata la forza. Tuttavia ha avvertito che l'occupazione di edifici governativi "minaccia la stabilita' del Paese" e per questo ha chiesto ai thailandesi di non unirsi alla protesta

2013-11-26T09:57:22.377+01:002013-11-26T09:57:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4130898315462013-11-26T09:57:22.437+01:0015462013-11-26T11:57:28.597+01:000/esteri/thailandia-rivolta-a-bangkok261113false2013-11-26T10:04:45.843+01:00308983it-IT102013-11-26T09:57:00"] }
A- A+
Esteri

 

 

Thailandia rivolta

BANNER

E' in corso una rivolta in Thailandia dove manifestanti dell'opposizione hanno di nuovo assalito diversi edifici governativi a Bangkok. "Abbiamo dovuto abbandonare i nostri uffici, ci hanno tagliato acqua e luce", ha detto il ministro dello Sport e del turismo, Somsak Pureesrisak. Sono stati circondati, tra gli altri, il ministero dell'Interno, e quelli degli Esteri e delle Finanze. I manifestanti hanno dato ai funzionari che vi lavorano un'ora di tempo per evacuarli. Obiettivo dei dimostranti e' quello di costringere il premier e ministro della Difesa, signora Yingluck Shinawatra, prima donna alla guida dell'esecutivo nella storia nazionale, a rassegnare le dimissioni.

Suo fratello e' il controverso magnate Thaksin Shinawatra, a sua volta primo ministro dal 2001 al 2006, quando fu destituito con un colpo di stato militare. Riparato all'estero, vive attualmente esiliato a Dubai: i suoi detrattori sostengono che continui a governare 'per procura' attraverso la sorella, leader del partito 'Pheu Thai' che stravinse le elezioni parlamentari del luglio 2011. Le nuove contestazioni sono dilagate a partire dal mese scorso, e sono state provocate da una proposta di amnistia, peraltro poi revocata, che avrebbe permesso a Thaksin di rientrare in patria senza dover scontare una condanna a due anni di carcere per corruzione, inflittagli nel 2008.

 Lunedì il premier thailandese aveva proclamato lo stato d'emergenza nella capitale e poi assicurato che contro i manifestanti, per lo piu' appartenenti al Partito democratico all'opposizione, non sara' usata la forza. Tuttavia ha avvertito che l'occupazione di edifici governativi "minaccia la stabilita' del Paese" e per questo ha chiesto ai thailandesi di non unirsi alla protesta

Tags:
thailandiabangokokministeri
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.